Protestanti francesi: sì ai pastori gay

di

"L'orientamento sessuale non puo' essere una ragione di rifiuto". Le chiese riformiste e luterane francesi si esprimono così nel documento pubblicato oggi dal titolo "Chiesa ed omosessualità".

822 0

PARIGI – "L’orientamento sessuale non puo’ essere una ragione di rifiuto". Le chiese riformiste e luterane francesi si esprimono in questi termini nel documento pubblicato oggi dal titolo "Chiesa ed omosessualita’", che viene considerato il preludio ad una decisione in favore dell’ammissione al ministero pastorale di omosessuali dichiarati.

La lettera pastorale intende infatti avviare un dibattito in seno a tutte le chiese locali che avranno tempo entro il giugno 2003 per esprimere le loro conclusioni. Nel documento, redatto dal Consiglio permanente delle quattro chiese riformiste e luterane della Francia e dell’Alsazia-Lorena, si dichiara esplicitamente che l’orientamento sessuale non deve essere un fattore nell’accettazione di un pastore, ma la decisione si deve basare sulle "capacita’ umani e competenze professionali".

Ma vengono posti dei paletti ben precisi affinche’ non si superino alcuni limiti: "un pastore che non custodira’ il carattere privato della sua omosessualita’, facendone una militanza pubblica, avra’ varcato questi limiti".

La lettera, che risulta essere il compromesso, sottolinea "Le Monde", fra le posizioni piu’ liberal e conservatrici in seno alla chiesa, affronta anche la questione della benedizione delle coppie dello stesso sesso, ribadendo le riserve della chiesa riformista-luterana all’idea di riti pubblici, sul modello di quelli del matrimonio: "non riteniamo adeguato che la chiesa istituisca pubblicamente delle situazioni che non sono che particolari, anche se questo sono oggi sempre piu’ accettate". Ma d’altro canto si riconosce il valore d’amore e fedelta’ delle unioni omosessuali, e si ricorda la ricerca di altre chiese protestanti occidentali di una "terza via, fra il rifiuto e l’accettazione incondizionata" delle benedizioni di queste coppie.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...