QUESTO PRIDE S’HA DA FARE

di

Padova, il consiglio provinciale vuol far spostare la data del Pride. Ma Arcigay non ci sta e organizza l'evento, chiama la Littizzetto per l'inaugurazione, chiede il Palasport per...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PADOVA – Il Consiglio Provinciale di Padova ha ridimensionato, nella riunione di lunedì scorso, i termini della mozione con la quale intendeva costringere gli organizzatori del Pride 2002 a spostarne la data. Un folto gruppo di rappresentanti della comunità omosessuale locale è intervenuto durante il dibattito, suscitando l’imbarazzata reazione dei sostenitori della mozione, che si sono visti costretti a rivederne i toni.

Era la sera di lunedì 15 aprile, quando il Consiglio Provinciale si apprestava a mettere ai voti una mozione, che doveva già essere discussa alcune settimane fa: scopo della mozione, spostare la manifestazione nazionale dell’orgoglio omosessuale, prevista per l’8 giugno nel capoluogo veneto, data giudicata troppo prossima alla festa del Santo del 13 dello stesso mese. Il testo definiva la manifestazione una "esibizione folcloristica" che può scadere in "atteggiamenti di bizzarra e provocatoria volgarità" di una comunità che "dimostra di essere ancora, interiormente, in una condizione di inferiorità". Alla riunione si sono però presentati alcuni rappresentanti del locale circolo Arcigay, indossando vistosi triangoli rosa cuciti sugli abiti (quei triangoli con cui i nazisti identificavano gli omosessuali nei campi di sterminio) e hanno inscenato una protesta. La maggioranza ha reagito con imbarazzo evidente: il primo firmatario della mozione ha letto il testo sottovoce, quindi il presidente, mentre l’opposizione chiedeva il ritiro della mozione, ha convocato i capigruppo per discutere una modifica del testo. Spariscono così le accuse di "narcisismo esibizionista", o di "bizzarra e provocatoria volgarità" rivolte a chi sfila per i diritti delle persone omosessuali, ma rimane l’auspicio che il comitato organizzatore sposti la manifestazione ad altra data.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...