Rai contro Scandicci: nessuna censura

di

Il sindaco del comune toscano aveva protestato per la cancellazione in una trasmissione dell'intervista alla coppia lesbica iscritta al registro comunale delle unioni civili.

503 0

«Nessuna discriminazione per le coppie omosessuali». Il direttore di Rai Educational, Renato Parascandolo, replica alle accuse di censura piovute da parte del sindaco di Scandicci Doddoli dopo il programma ‘La sveglia – Enciclopedia multimediale dei diritti” in cui è andato in onda un servizio sul registro comunale delle coppie di fatto.

Durante la fase di realizzazione del servizio, era stata registrata, oltre alle interviste al sindaco, a una coppia etero e a un prete di Scandicci, anche un’intervista all’unica coppia omosessuale iscritta al registro. Quest’ultima intervista, tuttavia, non era stata mandata in onda, legittimando le proteste del sindaco Doddoli che ha temuto un episodio di discriminazione.

Ma Parascandolo non ci sta e replica: «Come accade per ogni servizio di informazione, l’ampio materiale accolto in fase di preparazione è stato selezionato sulla base delle esigenze di tempo ed equilibrio complessivo della puntata. Chiunque abbia assistito alla trasmissione ha potuto constatare come le ragioni delle coppie omosessuali, abbiano avuto la dovuta attenzione».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...