Referendum su nozze gay in Slovenia

di |

Gli sloveni saranno chiamati a votare per le nozze gay, domenica, con un referendum. La campagna elettorale ha diviso in due il paese che sembra orientato a dare...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1065 0
1065 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Urne aperte dalle 7 alle 19 di domenica 25 marzo per gli 1,7 milioni di sloveni chiamati ad esprimersi a favore o contro l’entrata in vigore del nuovo Codice della famiglia che introduce il matrimonio tra coppie gay. La forte opposizione della Chiesa e dei gruppi conservatori ha dato a questo referendum i contorni di uno "scontro culturale" nel Paese. Considerevole, poi, anche il peso politico della consultazione popolare, considerando che il nuovo Codice della famiglia venne approvato dalla legislatura di centrosinistra, sfiduciata a fine 2011, alla quale è succeduto l’attuale governo, guidato dal premier di centro destra, Janez Jansa. La Legge attribuisce alle coppie omosessuali registrate "lo stesso status legale del matrimonio".

Limita però, nell’ambito di una coppia gay, la possibilità di adozione alla sola circostanza in cui "un membro dell’unione adotti il figlio dell’altro membro". Ma per il fronte dei ‘no’ – promotore del referendum, grazie alla raccolta delle 40.000 firme necessarie – la nuova Legge sulla famiglia "non rispetta i diritti fondamentali dei bambini", in quanto "favorisce il mercato di neonati e lo sfruttamento di donne povere".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...