Rimini: gay, boicottate quel politico

di

I gay romagnoli hanno lanciato una provocatoria richiesta di boicottaggio contro il coordinatore della Margherita della provincia di Rimini, Roberto Mussoni.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


RIMINI – I gay romagnoli che pochi giorni fa, attraverso il sito internet www.gayromagna.nelweb.it, avevano deciso di manifestare la propria presenza perche’ le istituzioni locali, soprattutto in vista delle amministrative, cominciassero con loro un dialogo costruttivo, hanno lanciato una provocatoria richiesta di boicottaggio contro il coordinatore della Margherita della provincia di Rimini, Roberto Mussoni.
Mussoni, qualche giorno fa, aveva commentato così l’iniziativa del neo-gruppo romagnolo e la loro richiesta di apertura di un dialogo con le forze politiche locali: “per carita’, nulla contro gay e lesbiche – aveva detto Mussoni – Io non discrimino nessuno. Ma sia chiaro che se dispongo di risorse sono portato a sostenere coloro che hanno una funzione nella societa’”.
L’appello del curatore del sito gay romagnolo, Luca Martini, e’ rivolto “al benzinaio, all’avvocato, all’idraulico, al fornaio, ai negozianti, ai colleghi, ai vicini di casa, e agli amici gay e lesbiche di Roberto Mussoni: boicottate – si legge nel comunicato stampa – il coordinatore della Margherita di Rimini, forse capira’ che non siamo inutili come il grattugiaformaggio elettrico”.
L’invito e’ a non “prestare piu’ opera, consigli, lavoro giusto per 24 ore, solo a titolo esemplificativo per mostrargli come anche gay e lesbiche hanno una funzione nella societa’”.
Secondo Luca Martini la sezione Ds di Rimini ha gia’ appoggiato il boicottaggio.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...