Riposate in Pacs

di

Il comune di Rimini riconoscerà alle coppie di fatto il diritto di essere sepolti uno accanto all'altro. Una sorta di Pacs, Dico, o DiDoRè post mortem, in attesa...

686 0

Se la tradizione vuole che la morte separi chi in vita è stato unito in matrimonio, a Rimini, invece, è la morte che unisce due persone che fino a quel momento non hanno visto riconosciuto il loro legame affettivo. Stiamo parlando di coppie di fatto, lo avrete intuito, ma stiamo parlando di uno strano riconoscimento ‘post mortem’ istituito da un regolamento cimiteriale del comune di Rimini, quando ancora nel resto del paese si discute di come dare ufficialità alle coppie in vita. 

In una recente riunione di una Commissione comunale apposita è stato approvato un emendamento proposto da Rifondazione Comunista che consentirà anche alle persone non sposate secondo la legge o un rito religioso di essere sepolti insieme, cose per il momento consentita alle coppie legate da vincolo matrimoniale.

Secondo il consigliere Savio Galvani che ha presentato l’emendamento, è un passo verso il riconoscimento giuridico delle coppie di fatto. La proposta è stata approvata quasi all’unanimità, con il voto favorevole anche dei cattolici e del centrodestra. Unica astensione quella di un consigliere dei Popolari Liberali (ovvero l’ex Udc) che ha avanzato timori rispetto a possibili obiesioni degli eredi.

Leggi   Il poliziotto gay e la proposta di matrimonio al Pride: “Mi hanno sommerso d’odio, per questo i cortei LGBT sono importanti”
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...