Roma: il Gay Village cambia location

di

Inaugurazione il 26 giugno e una località tutta nuova per il Gay Village 2008. Soddisfatta l'organizzazione. Anche quest'anno previste musica, teatro, letteratura e discoteca.

1042 0

«Sarà il Parco del Ninfeo, in via delle Tre Fontane all’Eur, la nuova location della settima edizione del Gay Village.» È quanto fa sapere l’organizzazione della manifestazione gay estiva della Capitale che ogni anno richiama migliaia di presenza. «La nuova sede, su un unico livello, tra piante, vialetti e fontane, soddisfa in pieno il gusto e le esigenze degli organizzatori dell’evento, Best Events One per la parte organizzativa e Dì Gay Project per il programma culturale.»

Salutata da una festa che si svolgerà il 21 giugno a Spazio Novecento, la manifestazione prenderà il via il 26 giugno per ospitare musica, teatro, letteratura e discoteca. Tutte le novità e i contenuti saranno presentati in una conferenza stampa martedì 17 giugno 2008.

«La nuova location ci soddisfa, dal punto di vista degli spazi, della mobilità e dei parcheggi – ha dichiarato Imma Battaglia, leader dell’associazione DìGayProject -. Intanto, a differenza della vecchia location, qui staremo su un unico livello: in questo modo non ci saranno più problemi per gli spostamenti delle persone disabili. Inoltre, dal punto di vista della sicurezza, l’ingresso non è più sulla via Cristoforo Colombo, con tutti i problemi che ne conseguono: le auto correvano troppo». «Non ci spostiamo di molto – sottolinea Battaglia – e comunque siamo lieti di non arrecare disturbo ai residenti».

Lo spazio concesso dal comune al Gay Village cambia ancora, quindi. Dopo aver svolto la prima edizione nella zona del Testaccio, il Gay village si trasferì alle Terme di Caracalla. Da qualche anno, poi, l’evento si svolgeva nel Parco delle Cascate, vicino al laghetto dell’Eur. Preoccupazioni e perplessità sull’edizione 2008 erano sorte dopo il risultato elettorale che al Comune ha visto una netta affermazione della destra e la vittoria di Gianni Alemanno a sindaco.

Leggi   Ostia, dopo le violenze la proposta: "Nuova sede del Lazio Pride"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...