Nuova aggressione omofoba a Roma: “Frocio di merda”, e poi schiaffi e calci

di

L'ennesimo episodio arriva a pochi giorni dal pestaggio di una ragazza lesbica sulla Gay Street. "Che la sindaca Raggi intervenga", chiede Marrazzo.

CONDIVIDI
122 Condivisioni Facebook 122 Twitter Google WhatsApp
4059 0

Dopo il violento pestaggio dei genitori di una ragazza lesbica sulla Gay Street (LEGGI >), un nuovo caso di violenza omofoba colpisce Roma. Siamo vicino piazzale Flaminio: un ventenne, L, sta passeggiando quando tre ragazzi di età apparente tra i 25 e i 27 anni lo scaraventano a terra urlando “frocio di merda” mentre lo prendono a calci e schiaffi.

Ripetevano ‘fai schifo, voi gay dovete fare tutti la stessa fine e tutti quelli che incontreremo la faranno’. Solo l’arrivo tempestivo di alcuni passanti ha messo fine all’aggressione, con l’intervento delle Forze dell’Ordine“, fa sapere il portavoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo. Che aggiunge: “Stiamo già offrendo supporto legale al ragazzo, c’è da rilevare che a Roma ci sono troppi casi di omofobia, la nostra città mostra un livello di allarme. La sindaca Raggi incontri questi giovani, il messaggio della Capitale contro ogni forma di violenza deve essere chiaro e fortissimo, anche per rilanciare l’impegno per una legge contro l’omofobia“.

Leggi   Costa Rica, sconfitto il candidato omofobo contrario alle nozze same-sex
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...