Roma si candida per l’Europride del 2011

di

Il Circolo Mario Mieli presenterà Roma come città candidata per ospitare il Gay Pride europeo del 2011. Un'occasione unica per rilanciare il movimento lgbt e farsi "notare" dai...

«Se la nostra candidatura risultasse vincente, si tratterebbe di un evento di notevoli dimensioni sia per la città di Roma, sia per il valore dell’EuroPride, la maggiore manifestazione europea di rivendicazione dei diritti delle persone lgbt e rafforzerebbe senza dubbio tutto il movimento lgbt italiano.» Così Rossana Praitano, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli annuncia l’intenzione di candidare la città eterna per ospitare l’Europride 2011.

L’evento è di quelli ghiotti: decine di migliaia di turisti arriverebbero nella capitale per prendere parte alla manifestazione e agli eventi collaterali. L’esempio del World Pride che si tenne a Roma nel 2000 in concomitanza con le celebrazioni giubilari è evidente: una fiumana colorata di gay, lesbiche e transgender confluì nelle strade di Roma cambiando la percezione del movimento gay italiano da parte dei media, della classe politica e dei gay stessi. Un’occasione unica, insomma, per mostrare i muscoli soprattutto davanti al "palazzo".

«L’EuroPride gioverebbe alla causa lgbt – continua la Praitano – ed aiuterebbe non poco tutto il movimento lgbt italiano per le opportunità di visibilità e di confronto politico. Infatti, nonostante tutti i nostri sforzi, troppo poco  è stato fatto per garantire diritti alla nostra comunità, spesso ignorando anche le direttive europee.» «Ospitare l’EuroPride 2011 significherebbe una nuova opportunità per tutte/i: onestamente pensiamo che questo evento rafforzerebbe tutto il movimento che, unito e compatto, potrebbe riguadagnare l’entusiasmo con l’obiettivo di  una costruzione plurale e corale dell’evento e mettere sotto pressione le istituzioni e la politica che così poco stanno facendo per la nostra comunità.»

Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli è membro dell’Epoa (European Pride Organizers Association), un network di associazioni gay, lesbiche, bisessuali e transgender impegnate nell’organizzazione dei Pride nei Paesi europei. L’Epoa è il titolare del marchio EuroPride, che viene assegnato ogni anno ad una città diversa. Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli ha già inoltrato, come previsto dal Regolamento Epoa, formale richiesta di poter organizzare l’EuroPride del 2011 a Roma nel periodo indicativo dal 4 al 12  giugno. La candidatura verrà discussa e votata nella prossima Conferenza Annuale dell’Epoa che si terrà in Svizzera agli inizi del mese di settembre 2008.

L’Europride 2008 si svolgerà a Stoccolma dal 25 luglio al 3 agosto. Nel 2007 la manifestazione si tenne a Madrid mentre nel 2006 toccò a Londra ospitare il gay pride europeo. Il prossimo anno ad avere l’onere e l’onore sarà la città svizzera di Zurigo. Il 2010 sarà l’anno della polacca Varsavia.

Leggi   Trema la Roma gay: festini, cocaina e ricatti, arrestato il pr Christian
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...