Roma si tinge d’arcobaleno per il suo Gay Pride

di

Partita la manifestazione gay più importante dell'anno. Corteo da piazza della Repubblica fino a piazza Navona. Ornella Muti, madrina, taglierà il nastro di arrivo. Attese 200 mila persone.

947 0

Sulle note di "Somewhere over the rainbow" cantata da Vladimir

Luxuria, inno ufficiale della manifestazione, è partito il Gay Pride di Roma. 20 sono i carri allegorici al seguito dell’autobus colorato che, in testa alla parata, ha dato il via al corteo da piazza della Repubblica. Si tratta del carro del circolo Mario Mieli, fra gli organizzatori storici di questo appuntamento, sopra il quale viene richiamata in più modi l’immagine di Noemi Letizia – protagonista involontaria del gossip politico degli ultimi mesi – così come era stato annunciato nei giorni scorsi. E poi lo slogan-auspicio: "Liberi tutti, libere tutte. Parità Dignità Laicità".

Nonostante il termometro superi i 31 gradi, sono 200 mila le

persone attese da tutta Italia, motivate a partecipare anche dalle ormai "tradizionali" polemiche sui divieti al percorso che hanno preceduto l’evento. Il corteo si snoderà tra la lunga via Cavour, la via dei Fori Imperiali, piazza Venezia per concludersi in piazza Navona. Ad attendere carri, protagonisti, partecipanti, vip, politici locali e nazionali ci sarà Ornella Muti, madrina dell’evento, che taglierà il nastro simbolo dell’arrivo del corteo.

Spicca il furgone "No Vat" sul cui cofano è stato montato il

pupazzo di un dinosauro a cui è stato messo il volto di Papa Benedetto XVI. Alcune lesbiche distribuiscono palloncini rosa alle donne con lo slogan "Libertà e giustizia, oggi spose". Parecchi sono invece gli occupanti dei carri "Famiglie arcobaleno- Associazione genitori omosessuali".

In serata saranno tre i party organizzati in occasione del Roma Pride: quello al Muccassassina con Ornella Muti, quello al Gorgeous con il party della crociera gay Revuelta e il super dj Sin Morer, e la serata al locale Big Bang per un evento organizzato tra vari locali della capitale fra cui l’Amigdala e La Roboterie. Domani pomeriggio è invece prevista una festa in piscina.

Leggi   Casa per anziani LGBT: un sogno dal futuro ancora incerto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...