Russia: ecco i politici dichiaratamente gay che sfidano Putin alle prossime elezioni

di

Bulat Barantayev e Aleksey Korolyov rischiano tutto. Ma vogliono dimostrare che i gay in Russia possono combattere e ambire alla Duma.

CONDIVIDI
952 Condivisioni Facebook 952 Twitter Google WhatsApp
5056 1

Chiedere l’impeachment (in gergo, la messa in stato d’accusa di una carica pubblica, ndr) per il presidente Putin è una cosa molto coraggiosa, soprattutto se sei un russo e sei il primo uomo gay dichiarato a partecipare alle elezioni per la prossima Duma, il parlamento russo.

Bulat Barantayev vuole rappresentare Novosibirk per il partito socialista Parnas alle prossime elezioni: “Per molto tempo ho lavorato perché la gente accettasse le persone LGBT. Col mio esempio, ho dimostrato che i gay in Russia possono essere imprenditori di successo, possono essere come le altre persone, possono avere figli e correre per il la Duma“.
Messo al centro dell’attenzione dei media a causa della campagna anti gay russa, Barantayev continua a ripetere che i gay sono considerati nemici per distogliere l’attenzione dai veri problemi politici ed economici. Barantayev è stato ripetutamente attaccato per la sua omosessualità dichiarata. E’ stato vittima di pestaggi. “Ma non ho il complesso della vittima. Ho un po’ di paura a uscire in pubblico qualche volta, ma loro ci trattano nel modo in cui noi li lasciamo fare“.
Baranteyev non è il solo gay a correre per la prossima Duma. Aleksey Korolyov, gay, corre per il partito socialista Parnas nella città di Krasnodar.La nostra comunità LGBT è in una situazione disperata e ora abbiamo bisogno di alleati. Ho deciso di candidarmi perché il partito al potere ha una posizione estremamente omofoba. E questo incita il diffondersi di hate crimes a ogni livello“.

Le elezioni per la Duma sono il 28 settembre. E questi sono piccoli eroi dimenticati dalla stampa e dalle associazioni occidentali.

Leggi   Sito web russo LGBT bandito per aver "violato" la legge sulla propaganda gay.
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...