Russia: trans musulmana uccisa dopo le nozze. Il padre aveva chiesto la sua morte

di

La violenza contro le persone transessuali, soprattutto donne, è ormai un fenomeno riconosciuto e denunciato da associazioni e attivisti.

CONDIVIDI
657 Condivisioni Facebook 657 Twitter Google WhatsApp
14970 4

Una donna transgender musulmana è stata uccisa in Russia questa settimana, tre giorni dopo essersi sposata con l’uomo che amava. Raina Aliev, questo il nome della donna, è stata resa praticamente irriconoscibile: l’assassino ha infierito sul suo corpo, facendolo a pezzi.

Il delitto ha avuto un tragico preambolo: ha avuto luogo dopo che il padre della donna, Alimshaikh Aliev, aveva praticamente chiesto l’esecuzione della figlia in una televisione russa, negando peraltro la nuova identità di Raina, continuando a riferirsi a lei al maschile: “Uccidetelo, non voglio vederlo” aveva detto l’uomo. “Portatemelo qua e uccidetelo di fronte ai miei occhi”.

 

Gli esperti di diritto coranico hanno riferito in questi giorni ai media russi che il tragico epilogo della vicenda era prevedibile perché l’Islam non accetta la transessualità: “Cambiare sesso è completamente proibito, perché significa che un uomo diventerà una donna”, e questo per il rigido binarismo islamico è inaccettabile.

I motivi della morte di Raina ufficialmente non sono ancora stati individuati dalle forze dell’ordine, anche se la reazione così violenta della famiglia sembra essere un elemento determinante.

La famiglia della donna vive in Russia e dopo aver finito gli studi, Raina si era trasferita a Mosca, dove ha incontrato il marito Viktor.

Un vicino della vittima ha detto che il padre ha di fatto lanciato un purnam – ovvero un appello affinché la figlia venisse uccisa – dopo aver scoperto che si sarebbe sposata con Viktor, l’uomo che l’aveva scelta e accolta con la sua identità trans.

Raina lavorava nei locali notturni e aveva incontrato il marito nella regione russa a prevalenza musulmana di Karachaevo-Cherkessiya.

La violenza contro le persone transessuali, soprattutto donne, è ormai un fenomeno riconosciuto e denunciato da associazioni e attivisti. Anche negli Stati Uniti l’odio transfobico è in costante aumento e sviluppa nuove forme per circolare.

LEGGI ANCHE >>> 

I video di violenza contro le persone transessuali stanno diventando un prodotto di intrattenimento?

 

 

Leggi   Anything, Matt Bomer interpreta una donna transgender: attivisti trans chiedono il boicottaggio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...