Sacrestano romano: "sono un travestito"

di

Arrestato con l'accusa di violenza su una bambina di dieci anni insieme ad altre cinque persone, il sacrestano romano respinge le accuse ma ammette la passione per il...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Si chiama Salvatore Bianco, è sacrestano di una parrocchia romana, e, mentre quasi tutti coloro che sono stati arrestati in questi giorni in inchieste che riguardano prostituzione minorile o pedofilia, si sono limitati a dichiararsi gay, lui si dichiara "travestito".

Bianco è stato arrestato, insieme ad altre cinque persone, tra cui un professore universitario medico del Gemelli, perché sospettato di aver abustao di una bambina di dieci anni. Tra gli arrestati figurerebbe anche il padre della bimba. Pare, tuttavia, che da successive perizie e indagini risultino infondate tutte le accuse avanzate dalla bambina, sulla quale non sono comunque state riscontrate tracce di violenza sessuale.

Il sacrestano, che ha ammesso di amare travestirsi da donna per partecipare a feste e incontri con altri amici travestiti, ha respinto l’accusa secondo la quale nei festini era coinvolt ala bambina.

"Erano normali feste dove si ballava e si cantava, tra adulti e senza minori", ha spiegato l’avvocato al termine dell’interrogatorio, duranto circa un’ora. Adesso Greco presenterà un ricorso al Tribunale della Libertà per chiedere la revoca dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Maria Teresa Covatta.

Altri travestiti e transessuali sono stati coinvolti nell’inchiesta.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...