San Francisco: record di matrimoni gay

di

Hanno dovuto mandare via della gente, tanta ce n'era, le autorita' di San Francisco, che anche domenica hanno tenuto gli uffici aperti per poter unire le centinaia di...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


WASHINGTON – Hanno dovuto mandare via della gente, tanta ce n’era, le autorita’ di San Francisco, che anche domenica hanno tenuto gli uffici aperti perche’ potesse continuare la marcia nuziale di centinaia di coppie gay provenienti da tutti gli Stati Uniti. Le coppie che non ce l’hanno fatta a sposarsi potranno tornare lunedì: nonostante sia un giorno festivo in America (e’ il President’s Day), il Comune di San Francisco terra’ aperto, come ha fatto domenica.
Della ressa (festosa) nella citta’ californiana danno notizia le tv ‘all news’. Non c’e’ eco di incidenti di sorta. Da giovedi’ a tutto ieri, il giorno di San Valentino, il Comune ha gia’ accettato di celebrare ben oltre un migliaio di matrimoni civili di coppie composte da persone dello stesso sesso. E il numero crescera’ nelle prossime ore.
La risposta dei gay d’America all’invito del neo sindaco Gavin Newsom di sposarsi a San Francisco nel giorno di San Valentino e’ stata eccezionale (e sicuramente superiore alle previsioni). Ma e’ stata eccezionale anche la reazione della gente di San Francisco: circa 200 dipendenti comunali hanno accettato di lavorare senza paga per soddisfare le domande di certificato di matrimonio. Gli oppositori dei matrimoni omosessuali dovranno aspettare fino a martedi’, quando i tribunali riapriranno, per ottenere un’ingiunzione contro l’emissione di certicati alle coppie gay. I neo-sposi omosessuali rischiano d’incontrare vari ostacoli alla ratifica delle loro unioni.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...