Sassari: il MOS candida Massimo Mele a sindaco

di

Il Movimento Omosessuale Sardo parteciperà alle prossime consultazioni per l'elezione del consiglio comunale di Sassari.

990 0

SASSARI – Il Movimento Omosessuale Sardo parteciperà alle prossime consultazioni per l’elezione del consiglio comunale di Sassari promuovendo, assieme a quattro gruppi cittadini, una lista civica che vede come candidato a Sindaco Massimo Mele, Presidente del MOS.
La lista è sostenuta da: Kuiles (sindacato dei pastori sardi), IRS (Indipendentzia Repubrica de Sardigna), Sotzius de Sos Sardos, Movimento Omosessuale Sardo, circ. Arci Noir e da altre associazioni in appoggio esterno. Oltre al candidato a sindaco il MOS esprime anche candidature alla carica di consigliere: Paolo Giuliani, Guido Fortenio, Antonio Cei, Gianuario Muntoni, Giovanna Maria Boscani, Rita Fiori.
«I presupposti della lista – spiegano i rappresentanti del MOS – affondano le radici in una diversa percezione della politica che vede nella democrazia partecipativa la propria modalità d’azione. Il rifiuto delle logiche spartitorie dietro alla scelta dei candidati del centrosinistra e l’allontanamento della politica del palazzo dai bisogni reali della gente ci hanno spinto ad assumerci in prima persona la responsabilità del cambiamento».
«L’apparente lontananza delle opzioni politiche rappresentate dai gruppi sostenitori della lista – concludono – trovano in realtà una sintesi nel concetto di autodeterminazione che, partendo dall’individuo e dal suo diritto all’orientamento sessuale e all’identità di genere, sfociano inevitabilmente nel diritto di ogni popolo all’identità e alla propria terra».

Leggi   Alghero, roghi in pineta: spunta l'ipotesi omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...