Scandalo in Iran: generale sorpreso con sei prostitute

di |

Era considerato il baluardo della moralizzazione voluta dal regime di Ahmadinejad ed è stato scoperto nudo in un bordello clandestino. Arrestato, il capo dell polizia è stato costretto...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
773 0
773 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Scandalo nella capitale di uno degli stati più omofobi: l’Iran. Il generale Reza Zaeri, capo della polizia di Teheran, è stato sorpreso nudo a ‘spassarsela’ in un bordello clandestino in compagnia di sei donne e quindi arrestato. Grande imbarazzo del regime, che a lui aveva affidato la rigida e repressiva opera moralizzatrice del Paese.
I fatti risalgono ad un mese fa, ma sonmo stati resi noti solo oggi.

L’arresto di Zaeri è stato inevitabile, dato che in Iran la prostituzione è considerata reato e che l’uomo è stato sorpreso in atteggiamenti inequivocalbili. Proprio lui, che nelle sue funzioni di moralizzatore nell’ultimo anno aveva fatto incarcerare migliaia di giovani donne perché il velo lasciava scoperto un ciuffo di capelli, perché i pantaloni erano troppo corti o i vestiti leggermente trasparenti.
Naturalmente, dopo l’arresto Zaeri è stato costretto a dimettersi.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...