Scotland Yard risarcisce fotografo gay con 4000 sterline

di

"Sei stupido e gay". Così i poliziotti londinesi apostrofarono, dopo averlo arrestato, un fotografo che cercava di immortalare la parata delle forze armate. Adesso arrivano scuse e risarcimento.

2760 0

Il fotografo inglese Jules Mattsson ha ricevuto 4000 sterline di risarcimento e le scuse dalla Polizia Metropolitana di Londra per essere stato arrestato e fatto oggetto di offese omofobe. La colpa di Mattsson era quella di aver tentato di scattare delle foto durante una parata dell’ambito della Giornata delle Forze Armate a giugno del 2010.
I fatti sono avvenuti quando Mattsson, che adesso è un fotografo professionista, ha partecipato alla parata che si è svolta a Romford, nella zona est di Londra. La polizia, in quell’occasione, cercò di impedirgli di scattare foto perché in quel modo avrebbe violato la privacy dei soldati che partecipavano alla parata.

Quando l’uomo ha replicato che non si poteva parlare di violazione della privacy in quella circostanza, i poliziotti lo hanno accusato di "comportamento anti-sociale" e di rappresentare una minaccia terroristica.
Quando l’uomo ha continuato a scattare foto è stato arrestato e detenuto per 15 minuti. Un ispettore, rivolgendosi a Mattsson, ha giustificato le azioni degli agenti dicendo: "Ti stavi comportando scioccamente, andavi in giro come uno stupido e gay".Adesso Scotland Yard, oltre ad essersi scusato per quella che Mattsson ha definito "una situazione bizzarra e ridicola", dovrà versare al fotografo quasi 4.800 euro come risarcimento.
 

Leggi   Come reagiscono gli omosessuali alle orrende battute sui gay - il video
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...