Scritte omofobe, imbrattati gli uffici di Gay.it

di |

A pochi giorni dal Mardi Gras l'ascensore e la porta di ingresso degli uffici di Gay.it sono stati imbrattati con scritte omofobe e neofasciste. Già presentato esposto alla...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
3140 0
3140 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Brutta sorpresa questa mattina per i dipendenti del portale Gay.it.

L’ascensore e la porta di ingresso degli uffici dove lavora lo staff del sito gay sono stati trovati imbrattati con scritte inneggianti alla guerra santa, alla morte per le persone omosessuali e con simboli neofascisti e satanici. "Gay.it morirete oggi", "I vostri uffici bruceranno", "Abbasso i gay", "Morirete froci", "Gay Muftì", sono solo alcune delle scritte rinvenute.

Sul posto  è intervenuta la Digos di Pisa accertando quanto avvenuto e scattatato varie foto. L’episodio è ancora più inquietante considerato che avviene a pochi giorni dall’inaugurazione del Mardi Gras di Torre del Lago di cui Gay.it è primo organizzatore.

«In undici anni di attività e di convivenza con la città di Pisa non

abbiamo mai avuto problemi né è mai accaduto nessun episodio omofobo come quello di stamani: in tanti anni, mai neppure uno scherzo, una minaccia, una scritta contro la nostra presenza storica in questa città che è sempre stata paladina dei diritti delle persone omosessuali. C’è solo da chiedersi se sia una coincidenza con l’inaugurazione del Festival gay che si apre dopodomani a Torre del Lago», ha detto il direttore di Gay.it Alessio De Giorgi

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...