Seattle: Gates inaugura conferenza sull’Aids

di

Aids: Conferenza internazionale sui retrovirus a Seattle. Bill Gates: "Intervenire è un dovere dei Paesi ricchi".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


E’ stata inaugurata a Seattle la Conferenza internazionale sui retrovirus e le infezioni opportuniste, che vedrà 3. 500 scienziati provenienti da tutto il mondo discutere fino al 28 di virologia, immunologia, vaccini e farmaci antiretrovirali. A tenere il discorso inaugurale, Bill Gates in persona.

"L’Aids è una tragedia planetaria – ha affermato il magnate della Microsoft – che deve vedere tutti coinvolti. Non è pensabile ritenersi estranei di fronte ad un tale dramma, che acuisce la tragedia di milioni di individui che muoiono nei Paesi del Terzo mondo per malattie comuni, che potrebbero essere affrontate con successo. E’ un dovere morale dei Paesi ricchi intervenire, ma non dobbiamo pensare che si debbano muovere solo i Governi, ciascuno di noi può fare la sua parte". Giunta alla nona edizione, questa conferenza – ritenuta la più importante a livello mondiale – ha quest’anno deciso di affidare ad un non scienziato l’apertura del congresso anticipato per una relazione su "Il ruolo della filantropia nel combattere l’Aids e nel migliorare la salute globale". La scelta è caduta sull’uomo più ricco al mondo che ha deciso, attraverso la Fondazione intestata a lui e alla moglie Melinda, di donare 25 miliardi di dollari per la lotta alla malattia, in particolare per la ricerca di un vaccino.

"Fino al 1993 ignoravo le dimensioni del problema, poi – ha affermato – nel leggere i dati del Report sulla salute nel mondo ho compreso che era indispensabile far qualcosa". Da allora è iniziato l’impegno di Bill Gates nei confronti dei Paesi più poveri, prima coi fondi per combattere il morbillo, quindi contro l’Aids. Un impegno a 360 gradi nei confronti soprattutto della ricerca, ma anche dell’educazione e della prevenzione. "Sono ottimista sul futuro – ha aggiunto – ma il dramma è davvero impressionante".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...