Sequestrato il forum omofobo neonazista: 4 gli arrestati

di

La polizia postale ha eseguito una serie di perquisizioni in tutta Italia a carico dei membri del forum di ispirazione neonazista Stormfront. Quattro arrestati e 17 indagati per...

1739 0

“Un vero e proprio attacco ai valori della nostra Costituzione”. Così il capo della Digos di Roma Lamberto Giannini ha definito il forum Stormfront, i suoi attivisti e il piano che, a quanto pare, li avrebbe portati a breve a passare dalle parole, violente, razziste, omofobe e oltragiose, scritte sul web, ad azioni vere e proprie, della stessa natura.

Con un’azione eseguita grazie al lavoro della polizia postale, oggi però sono scattate una serie di persquisizioni e arresti in tutta Italia. Perché l’organizzazione neonazista aveva punti di riferimento dal nord al più profondo sud.

E il forum, comunque, è stato oscurato, pieno com’era di liste nere di "facce da cancellare", di insulti contro ebrei, omosessuali, immigrati.

"I froci sono una malattia, se fossimo tutti gay ci saremmo estinti…- recitava uno dei tanti post omofobi – è una malattia che porta all’estizione di una razza, per fortuna sono in minoranza. Gli effeminati sono una compromissione per il maschio,poi l’avvento della metrosessualità, piaga della virilità, ha mandato a puttane "Clint Eastwood" nei desideri delle femmine, facendo posto a froci dichiarati quali Ricky Martin,Tiziano Ferro e compagnia bella….ma non a tutte grazie a Giove". In altre discussioni del forum si prendevano ad esempio i discorsi di Himler contro l’omosessualità, il cardinale Martini era considerato un traditore per le aperture dimostrate nei confronti di gay e lesbiche, mentre la Gay Hellp Line era definita "strumento di delazione" e "blasfemia culturale". Ancora, tra i commenti all’articolo che spiegava come in Scozia sui documenti si fosse deciso di usare "genitori" invece di "padre e madre" per rispetto alle coppie gay. si leggeva: "Rispetto ai "genitori" gay ma che cazzo di rispetto vogliono sti minchia di froci ?e loro che rispetto danno ai loro presunti figli?è rispettoso far vivere un bambino con due uomini che si fanno il culo?". Non ultimo, il caso dell’assessore del XI Municipio di Roma Carla di Veroli (in foto)attaccata perché "ebrea, femminista e omosessualista".

Negli anni, sono state molte le denunce fatte all polizia postale contro il forum e gli appelli, anche da parte della comunità lgbt, perché si provvedesse alla chiusura di uno spazio adibbito all’istigazione all’odio e alla violenza contro coloro considerati diversi.

Ed era proprio il forum, il cui nucleo fondante è negli Usa, che faceva da luogo di incontro virtuale tra tutti i suoi partecipanti i quali, a quanto pare, stavano studiando strategie per avvicinarsi a organizzazioni che già operano sul territorio come Forza Nuova e Casa Pound per fare il grande passo e iniziare a compiere azioni reali. Tra i primi obiettivi nel mirino c’erano alcuni campi rom, facili da attaccare, senza protezioni a complicare una possibile azione e di sicuro impatto tra attivisti e simpatizzanti.

“La Postale, anche con il coordinamento con l’Unar (Ufficio nazionale anti discriminazioni) e con l’Oscad (Osservatorio contro gli atti discriminatori) presta una fortissima attenzione a fenomeni che, solo apparentemente, ricadono nella sfera della libertà di pensiero”, ha sottolineato il direttore del Servizio della Postale, Antonio Apruzzese, secondo quanto riporta l’Huffington Post Italia.

In tutto, si parla di quattro arrestati e 17 gli indagati sottoposti a perquisizioni con l’accusa di incitamento all’odio razziale ed etnico. Naturalmente, in assenza di una fattispecie specifica, manca l’accusa di omofobia. Ma l’operazione potrebbe non essere conclusa e le perquisizioni potrebbero continuare nei prossimi giorni a carico di altri utenti del forum, che vantava una frequentazione trasversale sia intermini di classi sociali che di età: c’erano infatti utenti minorenni, ma anche 50enni.

Leggi   Porto Rico, attacco omofobo con bombe incendiarie contro club gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...