SESSO: DI COPPIA, DI GRUPPO

di

Si afferma la tendenza a coinvolgere nel rapporto partners occasionali. Sia tra i gay che tra gli etero. Coppia 'aperta'? No, sesso libero, specie tra i giovanissimi. Con...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
702 0
702 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


L’estate porta con sé un aumento della libido. Secondo alcune ricerche pubblicate da "Medline", i rapporti sessuali nel periodo estivo incrementano di oltre il 90%. Non esistono però cause biologiche – avvertono i medici – o alterazione degli equilibri ormonali che spieghino questo netto incremento dell’attività sessuale durante il periodo estivo. I livelli di testosterone, in sostanza, continuano a mantenersi entro parametri di normalità.

Il motivo è piuttosto da ricercare nei fattori esogeni (psicologici e di costume) che sempre accompagnano l’arrivo dell’estate: ad esempio, l’aumento della luce, l’idea della vacanza, la maggiore esposizione dei corpi, la maggiore disponibilità di tempo e di spazi. Con l’incremento dell’attività sessuale – dicono le ricerche – aumentano percentualmente anche le relazioni più o meno occasionali fuori della coppia.

In pratica, si potrebbe dire che il giorno del gay-pride, oltre che un importante appuntamento di carattere culturale e sociale, segna anche la data non ufficiale dell’incremento delle attività sessuali. Di coppia e non.

Una "moda" che si sta affermando sempre più in questi anni (e che ricercatori e psicologi stanno già studiando) è la tendenza sempre meno nascosta, specie dai giovanissimi, di "reclutare" all’interno del rapporto di coppia partners sessuali occasionali.

A differenza del recente passato, in cui relazioni di questo tipo venivano definite di "coppia aperta" (tanto nel mondo etero che in quello gay) la tendenza riscontrata ultimamente è di tipo diverso. Si potrebbe dire che si accompagna ad una lenta, ma netta, trasformazione dei costumi sessuali e sociali degli individui gay, che è stata oggetto del recente studio Barbagli/Colombo dell’Università di Bologna ("Omosessuali moderni. Gay e lesbiche in Italia", ediz. Il Mulino). La tendenza riscontrata è quella di un diverso atteggiamento nei confronti del sesso: meno frenetico, più orientato alla ricerca di relazioni affettive stabili, ma al tempo stesso più libero, meno vincolato a modelli educativi di tipo tradizionale.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...