Si dimette il cardinale accusato di molestie ai seminaristi

di

Il Papa ha accettato le dimissioni del cardinale scozzese Keith O'Brein, accusato di aver molestato alcuni seminaristi. L'associazione gay Stonewall lo aveva nominato "Bigotto dell'anno".

2413 0

Il cardinale scozzese Keith O’Brein ha rinunciato al viaggio a Roma che l’avrebbe portato a partecipare al Conclave, travolto dalle accuse di molestie verso alcuni seminaristi (“comportamento inappropriato”). E, sebbene il rapporto ‘top secret’ sui Vatileaks non verrà pubblicato, i tre cardinali che hanno svolto le indagini sono liberi di parlarne agli altri porporati prima del Conclave, mettendo forse in imbarazzo qualche cardinale.

Il porporato si era guadagnato una fama da conservatore, vincendo anche il premio “Bigotto dell’anno” dall’associazione pro-gay Stonewall. Pochi giorni fa, l’apertura al matrimonio dei sacerdoti. E ieri è emersa una storia di accuse di “comportamento inappropriato” da parte di tre sacerdoti e un ex prete. Il dossier sarebbe stato trasmesso al nunzio apostolico in Gran Bretagna, Antonio Mennini, prima delle dimissioni del Papa. Lui già nei mesi scorsi avrebbe rassegnato le sue dimissioni che, formalmente, il Papa ha accettato oggi, con effetto immediato, per raggiunti limiti di età, sebbene O’Brien compirà i 75 anni canonici per la pensione di un arcivescovo solo il prossimo 17 marzo.

È stato lo stesso porporato, e non la Santa Sede, ad annunciare in una nota che non intende partecipare al Conclave: “Non voglio che i media concentrino la loro attenzione su di me, quanto piuttosto su Papa Benedetto XVI e sul suo successore”

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...