Si è dimesso l’assessore omofobo di Lecce

di

L'assessore omofobo di Lecce ha rassegnato le dimissioni dopo un incontro col Sindaco della città pugliese, sotto le pressioni che sono arrivate dalle associazioni, dal PD e anche...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
7643 0

Si è dimesso l’assessore al traffico e alla mobilità del Comune di Lecce, Giuseppe Ripa (Pdl), protagonista della bufera nata perché su Facebook ha apostrofato come ‘signorina’ il presidente della Regione, Nichi Vendola. Le dimissioni sono state ufficializzate dopo un incontro dell’ assessore con il sindaco di Lecce, Paolo Perrone (anch’egli Pdl), che già ieri era subito insorto, sempre su Facebook in difesa di Vendola.

Vengono accolte così le richieste di dimissioni provenienti non solo dalle associazioni lgbt, ma anche da Paola Concia (PD), Poli Bortone (Io Sud), e anche un po’ a sorpresa dal presidente dell’UDC Rocco Buttiglione che in serata era intervenuto sulla vicenda dichiarando: "un politico dovrebbe essere attaccato per i suoi comportamenti pubblici e non per le sue scelte sessuali private, soprattutto se le vive apertamente, con discrezione e rispetto come fa Vendola". "I cattolici – ha poi detto – non sono omofobi, non odiano gli omosessuali, non discriminano nessuno (talvolta, semmai, sono discriminati) e la difesa dei valori della famiglia e del matrimonio non puo’ mescolarsi mai con sentimenti di odio e di disprezzo per gli omosessuali".

Il caso si era aperto dopo che Ripa era intervenuto su Facebook in una discussione sulla sanità della Puglia e aveva definito il presidente di Regione Nichi Vendola come una "signorina" affetto da "turbe psichiche".

Leggi   Insulti omofobi a un rivale: Un mese di squalifica per un rugbista
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...