Si suicida dentro Notre-Dame scrittore contrario al matrimonio gay

di

Dominique Venner si è sparato davanti all'altare della cattedrale parigina piena di turisti. Aveva scritto sul suo blog che serviva un "gesto simbolico e spettacolare" contro le nozze...

3668 0

Un colpo di pistola in bocca. Così si è suicidato davanti all’altare della cattedrale di Notre-Dame a Parigi lo scrittore Dominique Venner, ex militante dell’estrema destra, storico, scrittore e duro oppositore del matrimonio egualitario.

L’uomo, 78 anni, si è ucciso intorno alle 16 di oggi davanti ai turisti che affollavano, come sempre, la chiesa e che sono stati immediatamente evacuati. Secondo le prime notizie diffuse dalle agenzie di stampa, poche ore prima dell’eclatante atto l’uomo aveva annunciato sul suo blog “un gesto simbolico e spettacolare” proprio contro l’allargamento alle coppie dello stesso sesso del diritto di sposarsi e di adottare bambini.

“Ci vorrà certamente un gesto nuovo, spettacolare e simbolico per scuotere la sonnolenza – aveva scritto -, scrollare le coscienze anestetizzate e risvegliare la memoria delle nostre origini”. “I manifestanti del 26 maggio hanno ragione di gridare la loro collera – continua il messaggio lasciato sul blog -. Una legge infame che, una volta votata può sempre essere abrogata”. Per Venner però “non basterà organizzare delle gentili manifestazioni di strada per impedirle (le nozze gay, ndr)”. Lo scrittore, infatti, invocava una vera “riforma intellettuale morale”.

Leggi   Cecenia, gay fuggito si scusa in tv: "Sono una disgrazia"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...