Siracusa: due uomini si baciano al bar e vengono allontanati

di

La quotidianità di un bacio non viene apprezzata dal proprietario del locale: la comunità LGBTQI siracusana non ci sta e organizza il boicottaggio.

CONDIVIDI
652 Condivisioni Facebook 652 Twitter Google WhatsApp
12042 21

Prendere un caffè al bar è un gesto che fa parte della quotidianità di ognuno di noi. Anche di quella di Michele, ragazzo di Recalbuto, che spesso frequenta Siracusa per via del suo ragazzo che abita e lavora lì. Una sera come tante Michele era seduto col suo compagno al tavolo di un bar molto famoso di piazza Archimede, bellissimo slargo con la celebre fontana monumentale di Diana, ritrovo della città; dopo averlo baciato, viene avvicinato dal proprietario del locale, che lo invita a smetterla perché quel bacio potrebbe disturbare. Il cameriere aggiunge che “queste cose non potete farle in pubblico”. I due fidanzati, dopo l’intimazione, pagano il conto e vanno via esterrefatti.

Grazie ad un post su Facebook la storia diventa di pubblico dominio e fa il giro della comunità gay siciliana: arriva fino ad Armando Caravini, presidente di Arcigay Siracusa, che sceglie di organizzare un atto di ribellione contro l’episodio omofobico. “Voglio dare un segnale forte, così abbiamo deciso che quando il corteo finale dell’Onda Pride passerà da piazza Archimede ci fermeremo davanti a quel bar per scambiarci tutti insieme un bacio collettivo. Un bacio contro l’omofobia”.

Il Siracusa Pride è programmato per il 16 luglio: sulla pagina Facebook della manifestazione trovate tutte le info sulla parata (e sul bacio comune).

 

Leggi   Giamaica, il Premier apre ai diritti LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...