L’estrema destra alza il tiro in piena Europa: sono fascisti gli assassini di Emmanuel

di

Questo è quanto: esponenti di estrema destra hanno ucciso un immigrato gridando "scimmia africana".

CONDIVIDI
128 Condivisioni Facebook 128 Twitter Google WhatsApp
7847 9

emmanuelucciso

EMMANUEL UCCISO PERCHE’ DIVERSO > Leggi >

 

PAGINA IN AGGIORNAMENTO

Ucciso perché difendeva la sua compagna dall’insulto “scimmia africana”. La notizia ha sconvolto gli Italiani. Una coppia di nigeriani passeggiava a Fermo. Lei viene insultata. Suo marito reagisce. Viene ucciso. Da due balordi inizialmente definiti “ultras della squadra di calco locale”. La verità è che si tratta di due persone di estrema destra. Torniamo infatti sull’argomento per sottolineare che gli aggressori omicidi di Emmanuel Chidi Namdi sono fascisti di estrema destra. Nel pieno della questione immigrati, nel caos che sta sbriciolando l’Unione Europea, non bisogna assolutamente abbassare la guardia e bisogna dare il giusto nome alle cose e alle persone.

Secondo Il Fatto Quotidiano gli aggressori sono “estremisti di destra”. Per Repubblica “erano noti da tempo alle forze dell’ordine come elementi della destra fascista”.

E’ incredibile come sui titoli principali si continui a parlare di ultras, mentre i fatti sono ben più allarmanti. Sia chiaro, rispetto alla tragedia della morte di una persona, che siano stati solo ultras o che siano stati estremisti politicizzati poco cambia.

Tuttavia in questo preciso momento storico riteniamo doveroso sottolineare che in piena Europa, nel paese che dall’inizio dell’anno ha visto quasi 50mila sbarchi di immigrati solo via mare, esponenti di estrema destra hanno ucciso un immigrato africano gridando “scimmia africana”.

PAGINA IN AGGIORNAMENTO

AGGIORNAMENTO ORE 15
L’assassino si chiama Amedeo Mancini, ha 38 anni, è un estremista di destra, imprenditore zootecnico, alto 190 cm ed è sotto stato di fermo per omicidio preterintenzionale.

 

 

 

 

Leggi   Aggredito perché gay, passante lo salva da un pestaggio: "Non uscirò più di casa"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...