SOSTENETE GAY.IT RISPARMIANDO!

di

Da oggi è possibile utilizzare una connessione s Internet i cui introiti, invece di andare all'operatore telefonico, sono del vostro sito di riferimento. I motivi per scegliere Gay.it.

595 0

Internet, lo sanno anche i muri ormai, non è luogo nel quale gli imprenditori navigano nell’oro.
La “bolla speculativa” del 2000 è finita, e chi è sopravvissuto alle enormi spese di marketing e alle consulenze d’oro ha imparato che le vecchie regole dell’economia dettano legge anche nel cyber-spazio, e non solo nella vita reale delle imprese.
Certo, c’è la pubblicità che copre una parte dei costi, ma internet raccoglie ancora solo l’1% dei budget dei pubblicitari italiani, molto meno disposti a sprecare meno tempo dietro a banner e modelli nuovi di fare comunicazione di quanto non lo siano i loro colleghi europei. Gli investimenti pubblicitari su internet sono quindi ancora bassi, anche se sono sempre più le aziende che iniziano ad accorgersi delle straordinarie potenzialità di questo mezzo di comunicazione.
Gay.it non è stato da meno, in questi anni. E’ sopravvissuto alla sbornia collettiva del 2000 ed è stato capace di far conoscere nelle agenzie di pubblicità italiane un target, quello omosessuale, che poche ancora conoscevano. Il nostro in questi anni è stato un vero e proprio lavoro di evangelizzazione che piano piano ha dato i suoi frutti: a scorrere la lista delle aziende che ci hanno scelto in questi anni, mancano all’appello davvero poche irriducibili. Citroen, Iberia, Ikea, Ing Direct, Microsoft Msn, Renault, Siemens, Sony Ericsson, Tre, Wind, la stessa Gay.tv: queste solo alcune che ci hanno scelto, che merita ricordare proprio perché hanno contribuito non a rendere ricco nessuno, ma a pagare gli stipendi di chi ci lavora e a garantire la continuità dei servizi.
La grande pubblicità generalista non sempre è stata sufficiente in questi anni. Proprio per questo, sin dalla nostra trasformazione in società per azioni, abbiamo puntato subito anche a catturare la pubblicità degli esercizi commerciali gay e gay-friendly della penisola: bar, discoteche, saune, ma anche alberghi, ristoranti, centri bellezza, verdurai! Anche qui, sostenere chi in questi anni ci ha sostenuto, rinnovando le inserzioni pubblicitarie, è uno dovere nostro e dovrebbe essere anche percepito come tale da chi gratuitamente gode dei nostri servizi.
Ma anche questo non è stato sufficiente. Oggi Gay.it continua ad avere una struttura di 7 impiegati, che hanno un costo per niente irrisorio. Per mantenere alto il livello dei propri servizi, altro doveva essere escogitato, e così è stato fatto: nasce così Out Travel, il nostro tour operator gay con una rete di una quindicina di agenzie di viaggio sparse sul territorio; Cleptomania, portale di e-commerce dove si possono acquistare prodotti adatti ai gusti ed alle aspettative dei nostri visitatori; infine i Personals di Gay.com, un servizio di incontri tradizionale ma molto efficace, accessibile anche gratuitamente nel suo livello base.
Oggi però è in corso una svolta su internet. L’idea, un po’ rivoluzionaria, è quella di far andare gli introiti della connessione ad internet direttamente al proprio sito di riferimento.
Alcuni di voi non sanno infatti che navigando su Gay.it, finora, chi guadagnava era Telecom, o Infostrada-Wind, o Tiscali, o un altro operatore ancora: certo, Gay.it aveva il traffico, che poteva – forse – trasformare in investimenti pubblicitari, ma non c’era alcun nesso diretto.
Grazie a un accordo che Gay.it ha stretto invece con un grande operatore di telefonia nazionale, Eutelia, da oggi potrete sostenere direttamente Gay.it decidendo che gli introiti della connessione vadano a noi e non ad operatori che non vi offrono gli stessi contenuti e gli stessi servizi che invece noi vi offriamo da anni, gratuitamente. Tra l’altro l’offerta è assolutamente vantaggiosa da un punto di vista economico, risultando più conveniente dell’offerta Telecom e di tante altre sul mercato, ed è in due versioni, una rispettosa della privacy e l’altra per chi non ha problemi di visibilità e può mettere liberamente l’icona di Gay.it sul proprio computer. La connettività è della qualità migliore, assolutamente in linea con quanto offerto dai concorrenti.
Quello che vi chiediamo è di continuare a sostenere la nostra azienda ed i contenuti e i servizi che, anche se sempre perfettibili, vi offriamo gratuitamente da molti anni, semplicemente dirottando su di noi una spesa che comunque fate, collegandovi a internet. Ovviamente questo appello non riguarda chi ha l’ADSL, perché non ha bisogno di una normale connessione “pop”.
Un piccolo sforzo che ci aiuterà molto.
Un caro saluto,
Alessio De Giorgi
Presidente e Direttore Gay.it S.p.A.
Per informazioni sull’offerta, clicca qui

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...