Spagna: confessioni religiose contro le nozze gay

di

I rappresentanti delle principali confessioni religiose presenti in Spagna, tranne l'Islam, hanno dichiarato la loro opposizione alla legalizzazione del matrimonio omosessuale in Spagna.

MADRID – I rappresentanti delle principali confessioni religiose presenti in Spagna, tranne l’Islam, hanno dichiarato con un comunicato congiunto la loro opposizione alla legalizzazione del matrimonio omosessuale in Spagna.
Il comunicato, firmato dalla Conferenza episcopale spagnola (cattolici), la Federazione delle comunità ebraiche di Spagna, la Federazione delle entità religiose evangeliche iberiche e l’arciprete della cattedrale ortodossa di Madrid, si rivolge al parlamento spagnolo che dovrà dibattere sul progetto di legge del governo socialista che prevedede la legalizzazione del matrimonio tra omosessuali.
I rappresentanti delle confessioni religiose affermano che “tutte le modifiche all’istituzione del matrimonio richiedono una profonda riflessione, un vasto dialogo e consenso sociale”.
“Il matrimonio monogamo eterosessuale fa parte della tradizione giudeico-cristiana e di altre confessioni religiose”, continua l’unione sacra.
Le confessioni firmatarie richiedono che “la struttura del matrimonio non sia modificata”, alla vigilia del dibattito sul progetto di legge che cambierebbe 14 articoli del codice civile, dove la definizione di matrimonio e i termini “uomo e donna” saranno sostituiti con “congiunti”.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...