Stati Uniti: diritti civili e coppie gay

di

Un importante attivista sui diritti dei neri d'America si schiera a sostegno del matrimonio gay e lesbico. Intanto in Massachusetts parte una campagna mirata.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


WASHINGTON – Julian Bond, uno degli esponenti più importanti del movimento per la piena integrazione ed uguaglianza dei neri afro-americani, si e’ apertamente schierato a favore del diritto al matrimonio anche per gay e lesbiche. “Do il mio supporto al matrimonio civile per i gay perché e’ un tema che riguarda i diritti civili” ha dichiarato. Bond, professore universitario e attivo nella lotta alle discriminazioni sin dagli anni ’60, e’ il secondo importante leader di colore a schierarsi a fianco di gay e lesbiche. Un mese fa il professor Henry Louis Gates aveva già dato il suo pieno appoggio e aveva aggiunto: “Dobbiamo lottare per educare le persone e cambiarne le reazioni. Una delle forze del movimento per i diritti civili dei neri e’ che e’ servito da modello anche per altri movimenti. Noi che abbiamo sofferto così tanto dovremmo anche essere più comprensivi”.

Intanto nel Massachusetts e’ partita una campagna che tende a fermare chi vuole modificare la Costituzione Americana affinché siano impediti matrimoni tra persone dello stesso sesso. Lo slogan della campagna, congiunta di diverse associazioni, e’ molto semplice e diretto, e dice: “Sii conservatore con la Costituzione. Non la cambiare.”

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...