Strasburgo approva risoluzione anticlericale

di

Per duecentoquarantadue voti contro duecentoquaranta, il parlamento europeo ha approvato la risoluzione "Donne e fondamentalismo"

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Strasburgo. Per duecentoquarantadue voti contro duecentoquaranta, il parlamento europeo ha approvato la risoluzione "Donne e fondamentalismo" presentata dalla socialista spagnola Izquierdo Rojo, emendata, all’ultimo momento, dell’ammonimento al Papa e al Patriarca rumeno, perché cambino atteggiamento sulle lesbiche; e anche di quel passaggio, il "punto k", dove si affermava che le organizzazioni religiose, qualora assumano competenze proprie del pubblico, "agiscono oggettivamente contro l’ordinamento democratico della Unione".

Tutti o quasi bocciati i dieci emendamenti presentati dai deputati italiani in seno al Ppe. La risoluzione è così passata in un’aula al completo. C’erano quasi tutti ieri mattina i deputati, a parte poche eccezioni. E il Ppe era a ranghi praticamente completi. Per la cronaca, De Mita era assente, Di Pietro ha votato a favore, Veltroni non c’era, e Rutelli, secondo la sua segretaria, aveva dovuto lasciare Strasburgo.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...