Sudafrica: sieropositivo uno su nove

di

E' allarme in Sudafrica, il paese con il più alto tasso di infezioni al mondo.

510 0

L’epidemia di Aids in Sudafrica diventa sempre più drammatica. Secondo i risultati di un sondaggio condotto dal ministero della sanità del paese africano, resi noti oggi, i sieropositivi sono 4,7 milioni, un sudafricano su nove.

Fino a un anno fa i sieropositivi erano 4,3 milioni, un cittadino su dieci. Con questo brusco aumento il Sudafrica colleziona un altro poco invidiabile primato: secondo dati diffusi lo scorso anno da Unaids, l’organizzazione delle Nazioni unite per la lotta contro l’Aids, il paese aveva il tasso di infezione più alto al mondo.

Lo studio presentato ieri è basato su un sondaggio tra oltre 16mila donne incinte in tutto il paese, che sono considerate il campione più affidabile per calcolare l’incidenza del virus. A fine 2000, il 24,5% delle donne incinte è risultato sieropositivo, contro il 22,4% del 1999.

Il ministro della sanità sudafricano, Manto Tshabalala-Msimang, che ha presentato i risultati del sondaggio, ha minimizzato l’aumento del numero di persone sieropositive, dicendo che il tasso di incremento è molto inferiore a quello riscontrato nei primi anni Novanta. "La situazione è sotto controllo," ha assicurato il ministro, ma sono in pochi a condividerne l’ottimismo.

Secondo un altro studio condotto dal South african institute of race relations, un organismo indipendente, 10,5 milioni di persone moriranno di aids in Sudafrica entro il 2015, e un milione di bambini nel 2005 saranno orfani a causa della malattia.

Lo studio traccia un legame diretto tra l’incidenza dell’aids e il fatto che oltre metà della popolazione viva ancora in stato di povertà, mentre la disoccupazione supera il 30 per cento. (Red)

di Nadir notizie

Leggi   Genitori no-vax attaccano al figlio il cartello "Un bambino con l'AIDS può andare a scuola e io no?"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...