Svezia: Arcivescovo, sì a nozze gay in chiesa

di

Le coppie gay, che lo desiderano, potranno sposarsi in Chiesa in piena regola, dando un suggello in piu' alla loro unione di fatto gia' ampiamente tutelata in questo...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


UPPSALA – In Svezia cade un altro tabu’ nei confronti degli omosessuali: le coppie gay, che lo desiderano, potranno sposarsi in Chiesa in piena regola, dando un suggello in piu’ alla loro unione di fatto gia’ ampiamente tutelata in questo paese.
L’arcivescovo capo della chiesa luterana svedese, K.G. Hammar, che ha lanciato questa proposta e che si e’ gia’ attirato diverse critiche, ha detto di aver osservato che “il matrimonio tra gay mette moltissima enfasi sul lato amoroso dell’unione, piuttosto che su quello riproduttivo, e apre a una comprensione per un amore che non e’ tra donne e uomini”.
Ci vorranno due/tre anni prima che una coppia gay possa varcare il sacrato della chiesa per sposarsi, perche’ convincere il clero ostile al progetto non sara’ cosi’ facile. Chi si oppone invoca a fondamento la Bibbia, ma Hammar risponde: “oggi il matrimonio e’ una cosa completamente diversa dai tempi del Vecchio testamento. A quell’epoca la donna era proprieta’ dell’uomo”.
In Svezia, dal 1995, le coppie gay possono registrare il loro legame e godere di tutti i diritti, come in un matrimonio civile.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...