Texas, rischia seriamente di diventare legge il divieto contro la masturbazione

di

Diventerà ufficialmente proposta di legge la provocatoria proposta contro la masturbazione maschile in Texas.

11418 0

E’ nata come proposta satirica e provocatoria pro-aborto, ma potrebbe clamorosamente diventare legge dello Stato. L’ormai celebre House Bill 4260, presentata il mese scorso dalla deputata Jessica Farrar al Parlamento statale del Texas, vorrebbe vietare la masturbazione maschile. 100 dollari di multa a tutti quegli uomini pizzicati a masturbarsi, rendendosi così colpevoli di un “atto contro un bambino mai nato”, senza “preservare la santità della vita“.

Un disegno di legge che ha ieri ricevuto la sua prima lettura nella Camera dei Rappresentanti, questa la novità del giorno, e che diventerà proposta di legge il 1° settembre prossimo.

Molti l’hanno trovata divertente, ma quello che non è divertente sono gli ostacoli che le donne texane incontrano ogni giorno, e che vengono posti sul loro cammino da legislatori uomini che rendono molto difficile l’accesso alle cure sanitarie“.

Questo il commento rilasciato il mese scorso dalla Farrar, nel motivare il perché di un simile DL che andrebbe a giustificare le eiaculazioni tramite masturbazione solo e soltanto “all’interno di un quadro sanitario“. Ad ogni eiaculazione compiuta al di fuori di una vagina o di un trattamento medico, in sostanza, scatterebbe la multa da 100 dollari. L’House Bill 4260, a meno che in Texas non siano impazziti, non diventerà mai legge, ma nel frattempo il dibattito da lei alimentato prosegue, accendendo i riflettori sulle restrizioni sanitarie che le donne del Texas sono costrette a dover sopportare nel caso in cui volessero abortire.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...