Titti de Simone: "Inseminazione per tutte"

di

Nell'ambito delle iniziative del Pride milanese, Arcilesbica propone un incontro pe rfare un primo passo verso la creazione di una rete che consenta alle donne lesbiche di avere...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
705 0
705 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


L’idea è quella di realizzare una rete che permetta alle donne lesbiche che desiderino concepire un figlio di incontrare un omosessuale disposto a fare da donatore; ed è il primo passo per costruire in Italia un centro di auto-inseminazione come quelli che sono in funzione in Inghilterra.

Di questa iniziativa, proposta da Arcilesbica per bocca della sua presidente Titti De Simone, deputata per Rifondazione Comunista, si parlerà, nell’ambito delle celebrazioni del Pride milanese, il 21 giugno alle 21 presso il Querelle di Milano, insieme con Sally Collings, fondatrice in Inghilterra dei centri di inseminazione.

L’idea, rivoluzionaria pur nella sua semplicità (almeno in Italia) parte, come ci racconta Titti De Simone, «come una riflessione interna alla comunità omosessuale» per la quale «non occorre un riconoscimento legislativo: si tratta solo di rendere possibile, attraverso la creazione di questa rete, l’incontro tra donne lesbiche e donatori omosessuali. Poi la gente è libera di gestirsi come vuole».

Il progetto guarda anche più avanti: «vedremo in futuro di fare un passo successivo – dice Titti De Simone – che è appunto la creazione di un centro per l’auto-inseminazione, sul modello di quelli che già esistono a Londra: si tratta di luoghi che hanno funzioni più specifiche, dove si trovano anche una serie di consulenze, legali, mediche. Questo è quello a cui dobbiamo arrivare: noi facciamo la rete, ma dobbiamo anche pensare a fornire una serie di consulenze, per poter informare le persone anche sui rischi cui vanno incontro».

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...