Torino: arrestato Giuliano Soria, patron del Grinzane

di

Accusato di malversazione e molestie nei confronti di un giovane delle Mauritius, è stato trasferito in carcere. Lo scrittore gay David Leavitt non sarà premiato a giugno per...

886 0

Giuliano Soria, patron del prestigioso Premio Grinzane Cavour, è stato arrestato ieri sera, verso le 18, nello studio del suo avvocato, Roberto Piacentino. Considerato una delle personalità culturali più stimate della città (è stato Presidente del Museo del Cinema e ha anticipato otto Premi Nobel per la Letteratura), a Soria sono scattate le manette per “pericolo di fuga e inquinamento delle prove”. Accusato di molestie nei confronti del maggiordomo ventottenne Nitish, originario delle Isole Mauritius, e di malversazione – ossia avrebbe usato fondi pubblici per scopi privati – è stato immediatamente trasferito nel carcere delle Vallette in regime di massima sicurezza. 

Tra le prove che lo inchioderebbero, un video di 20 minuti in cui sono evidenti ingiurie e molestie ai danni del ragazzo. Il Premio Grinzane Cavour, considerato tra i più importanti premi letterari italiani e una vera e propria macchina da guerra della cultura, organizza con un budget annuo di circa 5 milioni di euro più di 40 manifestazioni all’anno in quattro continenti (da Mosca a Parigi, da Addis Abeba a Montevideo), concorsi letterari, incontri, dibattiti e il festival cinematografico ‘Grinzane Cinema’ che si sarebbe dovuto svolgere dall’11 al 14 marzo a Stresa ed è stato il primo evento ad essere annullato. Sono stati interrogati molti dei collaboratori e consulenti del Grinzane che hanno ricostruito episodi di vessazioni, ingiurie e molestie.

Attualmente il Premio, dove lavorano una decina di persone, è in ‘moratoria’, ossia congelato fino alla fine dell’inchiesta, e il comitato di garanti presieduto dal logico Piergiorgio Odifreddi si è dimesso in blocco. La cerimonia di giugno al castello di Grinzane Cavour, dove sarebbe stato premiato anche David Leavitt con ‘Il matematico indiano’ (Mondadori), è stata annullata.

Leggi   Ani Zonneveld, l'imam donna che sposa i gay: “Il Corano non mente”
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...