Torino: eseguiti interventi su identità di genere

di

Hanno 23 e 32 anni e grazie all'intervento del CIDIGeM, uno specifico centro costituito a Torino, hanno potuto riacquistare anche fisicamente la loro identità di genere.

607 0

TORINO – Hanno 23 e 32 anni e grazie all’intervento del CIDIGeM, uno specifico centro costituito all’ospedale Molinette di Torino, hanno potuto riacquistare anche fisicamente la loro identità di genere diventando a tutti gli effetti donne. Nelle ultime settimane al nosocomio torinese sono infatti stati eseguiti due interventi di riattribuzione chirurgica dei caratteri sessuali in senso andro-ginoide.
Un terzo intervento sarà eseguito il 6 giugno ed è già previsto, anche se non è ancora stato fissato, un altro intervento da donna a uomo. In Italia si stima che siano circa duemila i transessuali e, in base alle richieste, si ritiene che in Piemonte saranno eseguiti dai 10 ai 15 interventi l’anno. Da almeno una decina d’anni operazioni di questo genere non erano più state condotte in strutture pubbliche piemontesi dopo gli interventi, effettuati con tecniche diverse da quelle attuali, dal prof. Renato Marten Perolino dell’ospedale Mauriziano, ormai in pensione da dieci anni.
Per arrivare all’intervento si segue un percorso complesso che prevede una attenta valutazione psicologica, un trattamento ormonale e l’assenso del magistrato. Alle Molinette è stato istituito un centro che vede lavorare insieme equipe di endocrinologi, urologi, psichiatri e psicologi e che si occupa di queste problematiche con l’appoggio esterno dell’Osservatorio nazionale identità di genere e della Fondazione Molo.

Leggi   Transgender: il documentario italiano My Nature apre il TranScreen Festival di Amsterdam
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...