Torino: minacciati attivisti gay

di

Alcuni attivisti gay della Fondazione Sandro Penna sono stati insultati e minacciati

532 0

TORINO – Alcuni attivisti gay della Fondazione Sandro Penna, associazione omosessuale che ha la sua sede nella centrale Via Santa Chiara, sono stati insultati e minacciati da un settantenne che abita nell’appartamento di fronte assegnatoli dal Comune. L’uomo, che di giorno fa il parcheggiatore abusivo nel quartiere, aveva già aggredito verbalmente i frequentatori dell’associazione, rubando anche le targhette d’ottone sulla porta e scrivendoci frasi ingiuriose. Sabato scorso l’ha presa a calci e ha minacciato alcuni ragazzi con un coltello finché non sono intervenuti i Carabinieri. Il coordinatore della Fondazione Sandro Penna, Pierangelo Sanna, ha dichiarato: «Quest’uomo ha dei problemi: la sera, dopo aver bevuto, esce sul pianerottolo e ci minaccia e insulta. Noi vorremmo che a questa persona fosse assegnata la casa in un altro edificio in parte perché temiamo per la nostra incolumità, in parte perché molti omosessuali che vengono alla fondazione sono giovani che cominciano un percorso difficile. Non è giusto che sia ferita la loro sensibilità». Sanna e i volontari della fondazione hanno denunciato il fatto al comando dei carabinieri, al Comune e alla Asl, ma sembra che a ogni episodio non ci sia null’altro da fare se non chiamare il 118 e far portare via l’uomo in ambulanza.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...