Torino, “quota negra” e “quota trans” in una brochure ufficiale: bufera in Circoscrizione 4

di

I dirigenti curatori del progetto, finanziato anche dall'Europa, parlano di semplice provocazione.

2353 0

Bufera per una rendicontazione di un’iniziativa svolta a Torino: nella brochure ufficiale si legge esplicitamente “quota negra” e “quota trans”.

Di cosa parliamo? Di un’iniziativa svolta in Circoscrizione 4 nell’ambito del progetto Laboratorio Campidoglio di Torino. L’iniziativa si chiama World Caffè: il 29 giugno scorso sono state realizzate alcune interviste per conoscere meglio Borgo Vecchio Campidoglio, storico quartiere cittadino, e le persone che lo abitano.

Sì, si tratta di un progetto ufficiale, portato avanti con soldi pubblici e promosso dalle istituzioni, nonché sponsorizzato da quelle europee (fa infatti parte dell’iniziativa europea Life Living Streets).

La brochure che rendiconta l’iniziativa approfondisce dettagli relativi alla promozione, alle modalità di lavoro e agli esiti: a pagina 12, però, nella colonna partecipativa delle proposte, si legge letteralmente “quota negra” e “quota trans”.

Dai dirigenti che hanno curato il progetto è arrivata una spiegazione: “Si tratta di provocazione”. Una provocazione che potrebbe costare cara: qualora l’Europa si accorgesse di una cosa del genere potrebbe tranquillamente richiedere i fondi elargiti indietro.

Queste, invece, le dichiarazioni del presidente di Circoscrizione 4 Claudio Ferrato: “Ho ricevuto nei giorni scorsi il documento e ne ho chiesto prontamente spiegazione. Il documento stesso è in fase di elaborazione e riporta quanto emerso dai tavoli anche in forma di provocazione. Ma anche come tale non può finire in un documento definitivo riconducibile all’amministrazione se non come virgolettato riportato da soggetto esterno alla stessa”.

Leggi   25 anni fa ci lasciava Ottavio Mai, cofondatore del cinefestival lgbt torinese Da Sodoma a Hollywood
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...