Trento: "case popolari alle coppie gay"

di

Nasce l'"Associazione Laica sul territorio" con lo scopo di abbattere tutte le discriminazioni derivanti da posizione vicine alla chiesa cattolica.

717 0

Una "Associazione Laica sul territorio" che ponga un freno all’ingerenza delle posizioni cattoliche all’interno delle scelte politiche del comune di Trento. A fondarla la radicale Franca Berger, affiancata dal presidente dell’Arcigay trentina Michele Roner, e due assessori provinciali, il socialdemocratico Mauro Leveghi e il repubblicano Marco Benedetti. Il gruppo ha presentato l’associazione ieri 11 febbraio, anniversario dei Patti Lateranensi: «Ormai non passa giorno senza che si assista ad un’indebita ingerenza del Vaticano nelle competenze dello Stato. E anche in Provincia, più che alla laicità, ci si ispira all’etica. Noi ora vogliamo mobilitarci con una serie di iniziative a difesa dei diritti e delle libertà» ha dichiarato la Berger.

Roner punta a eliminare ogni discriminazione nei confronti delle persone gay: «E’ tempo che si ponga fine alla discriminazione delle coppie omosessuali. Perché mai una coppia dello stesso sesso, se ne ha diritto, non può concorrere all’assegnazione di una casa Itea? La chiesa cattolica è un ostacolo essenziale alla libertà delle coppie» ha detto il rappresentante dell’Arcigay.

Il programma dell’Associazione laica (che da domani a sabato in piazza Pasi raccoglierà firme di sostegno e adesione) appare destinato a sollevare polemiche. E l’Associazione scende in strada a partire da domani per raccogliere, con le firme, il maggior numero possibile di adesioni: «Molte di queste domande di laicità trovano risposta in alcune proposte di legge di iniziativa popolare promosse dai radicali. Altro non sono se non un utile strumento per aprire un dibattito. Con questo spirito le condividiamo e ci siamo impegnati a richiederne la sottoscrizione» hanno puntualizzato gli altri promotori dell’iniziativa.

Leggi   Primo pride della Svizzera italiana, spuntano dei volantini di protesta
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...