Treviso: case a gay, le associazioni plaudono

di

Il coodinamento delle Associazioni GLBT Venete accoglie con favore l'inclusione delle coppie di fatto conviventi sia etero che omosessuali per l'assegnazione degli alloggi pubblici a Mogliano (TV).

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


TREVISO – Il coodinamento delle Associazioni GLBT Venete accoglie con favore la notizia dell’inclusione delle coppie di fatto conviventi sia etero che omosessuali tra i casi per entrare nelle liste per l’assegnazione degli alloggi pubblici a Mogliano (TV). “Siamo soddisfatti – dichiara Alessandro Zan, presidente di Arcigay Padova – e chiediamo un’incontro con l’assessore De Rovere e con il sindaco di Mogliano Bottacin per congratularci di persona per questa iniziativa politica che guarda ai diritti civili e per discutere su come allargare anche agli altri comuni veneti questa possibilità prevista dalla legge regionale, che recepisce le indicazioni provenienti dal Parlamento Europeo. Mogliano si conferma perciò una città d’Europa, al contrario di molte altre città venete”.
Il coordinamento ha stigmatizzato come “incivili” le dichiarazioni del consigliere leghista Stiffoni che parla di “degrado”: “Il degrado sta nel loro pensiero politico – commenta Alessandro Zan – che mira a discriminare palesemente dei cittadini sulla base di un’ingiusta morale, a cui noi opponiamo la morale della solidarietà, dell’inclusione sociale e della convivenza democratica”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...