Trieste: primo meeting dei gay d’Alpe Adria

di

Si tratta del primo «Alpe Adria Gay and Lesbian Meeting», ed è la manifestazione che chiude il ciclo di appuntamenti del gay pride del Nord Est in vista...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


TRIESTE – Un incontro per approfondire le differenze storico-culturali dell’ area di Alpe Adria che sono alla base dell’ evoluzione dei diritti delle persone omosessuali, si terra’ a Duino Aurisina il 31 maggio, alla discoteca Nephentes. Si tratta del primo «Alpe Adria Gay and Lesbian Meeting», ed è la manifestazione che chiude il ciclo di appuntamenti del gay pride del Nord Est in vista del Pride nazionale gay in programma a Padova dal 4 all’8 giugno.

L’ iniziativa, promossa dal Circolo Arcobaleno Arci Gay e Arci Lesbica del capoluogo giuliano, intende stimolare in particolare un dibattito – e’ stato detto oggi durante una conferenza stampa – sul livello dei diritti raggiunti dalle persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender nei diversi Paesi, aprendo possibilita’ di progetti comuni per il futuro. Ai lavori, che si svolgeranno a Duino (Trieste), parteciperanno il responsabile Esteri di Arci Gay nazionale, Renato Sabbadini, il vice presidente dell’ Associazione omosessuale croata di Zagabria, Dorino Manzin, e il presidente di quella carinziana, Walter Oberhauser.

Secondo quanto a suo tempo anticipato dagli organizzatori, il meeting si sarebbe dovuto tenere a Trieste, alla Casa delle Culture di via Orlandini. «Ma sono sorti alcuni problemi – ha detto ieri nel corso di una conferenza stampa il vicepresidente del Circolo Arcobaleno, Nicola Soia – e allora abbiamo deciso di trasferire la manifestazione a Duino Aurisina». Così il piccolo Comune appena passato a un’amministrazione di centrodestra terrà a battesimo il primo incontro di gay, lesbiche, bisessuali e «transgender» provenienti dell’area Alpe Adria.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...