Trinca: sono gay

di

Nuove rivelazioni dall'inchiesta sul giro di prostituzione minorile di Roma, mentre ci sono nuovi indagini sulla pedofilia che coinvolgono persone omosessuali.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


«Sono omosessuale, ma non ho mai indotto alla prostituzione nessuno». Con questa sorta di rituale, al quale cominciamo ad assuefarci, si è difeso anche Franco Trinca, l’ultimo arrestato nell’ambito dell’inchiesta sul giro di prostituzione minorile di Roma. Nel corso dell’interrogatorio il gip Fabrizio Gentili e il pm Maria Monteleone hanno anche esibito alcune foto in cui "Francone", come viene chiamato il Trinca, in cui viene ritratto nudo con un ragazzo: l’avvocato difensore di Trinca, Pasquale Ciampa, sostiene tuttavia che si tatti di un maggiorenne.

Sul versante dell’inchiesta sulla pedofilia, intanto, alcuni casi dubbi vengono fuori: un gruppo di sei persone, tutte omosessuali, tra le quali un medico e un sacrestano, risultano indagate per abusi su una bambina di dieci anni, figlia di uno degli abusatori. Il padre della bimba, comunque, sulle colonne del Messaggero svela una vicenda che niente a che a vedere con le sevizie, ma che parte soprattutto da una impossibilità della madre di accudire adeguatamente le figlie, che sono ora accolte in un istituto.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...