UK: respinta dal parlamento la legge che annullava le vecchie condanne per omosessualità

di

Nonostante l'impegno di molti parlamentari di sinistra, il parlamento a maggioranza conservatrice ha rigettato la proposta di legge.

CONDIVIDI
71 Condivisioni Facebook 71 Twitter Google WhatsApp
3189 3

Il parlamento inglese ha respinto il Turing Bill, la proposta di legge che avrebbe ripulito la fedina penale di 50mila inglesi – dei quali 15mila ancora vivi – dal reato di omosessualità che era presente nel codice penale inglese fino a pochi anni fa (l’omosessualità venne depenalizzata solo nel 1967 in Inghilterra e Galles, nel 1980 in Scozia e nel 1982 nell’Irlanda del Nord).

Nonostante l’impegno di molti parlamentari di sinistra, il parlamento a maggioranza conservatrice ha rigettato la proposta di legge dopo che il ministro della giustizia Sam Gyimah ha annunciato che il governo presenterà una sua proposta di legge a riguardo. La differenza tra la proposta attuale e quella che dovrebbe arrivare dal governo è che quella governativa riguarderà solo i cittadini deceduti – a cui verrà ripulita la fedina penale post mortem, ma non riguarderà i cittadini ancora vivi perché c’è il rischio, questa la motivazione, che si liberino anche dei criminali .
La dichiarazione sta creando parecchio scompiglio in Parlamento visto che il Turing Bill si applicava solo agli atti avvenuti tra adulti o ragazzi sopra i 16 anni (l’età del consenso in Gran Bretagna è 16 anni) e non valeva per atti che violavano altre leggi (prostituzione o adescamento nelle toilette pubbliche) .
Il problema è che molti dei “criminali” erano, negli anni ’90, ragazzi magari di 21 anni che facevano sesso col loro partner di 20 anni. Infatti l’età del consenso fino agli anni ’90 era di 16 anni per le persone eterosessuali e di 21 per quelle omosessuali, costituendo così le premesse per la creazione di migliaia di casi penali.
Leggi   Il Regno Unito ha deciso quale tra le Spice Girls è la sua preferita
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...