Paola Concia a Firenze promuove il turismo LGBT: corsi sensibilizzazione per alberghi e ristoranti

di

L'assessore al Turismo: "L'obiettivo è migliorare l'ospitalità delle strutture ricettive".

1932 0

L’Italia è, secondo una recente ricerca, al primo posto tra le mete ambite dal turismo LGBT. Eppure, come testimoniato dal caso Calabria, c’è ancora molto da fare: tra le prima città a capirlo c’è Firenze.

L’assessore al Turismo del Comune di Firenze, Anna Paola Concia, spiega infatti di essere al lavoro per superare il gap culturale: nelle scorse settimane ha incontrato Alessio Virgili, presidente dell’Associazione Italiana Turismo Gay e Lesbica.

Firenze è una meta friendly per il turismo omosessuale. Per questo, insieme ad Alessio, abbiamo deciso di organizzare in collaborazione con il Firenze Convention & Visitors Bureau, a partire da settembre, corsi di sensibilizzazione per albergatori e ristoranti con l’obiettivo di migliorare sempre di più l’ospitalità delle nostre strutture ricettive”.

Firenze risponde così al titolare della casa-vacanza di Santa Maria.

Leggi   Diritti LGBT, Strasburgo condanna ancora l'Italia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...