Tutto pronto per il Pride, ma Forza Nuova annuncia sit-in

di

Alla vigilia del corteo finale il cordinamento emiliano di Forza Nuova annuncia contestazioni. Ma l'organizzazione va avanti. Dalle 14.30 diretta Twitter su Gay.it e in streaming con Radio...

5106 0

Alla vigilia del corteo del Pride nazionale in programma domani a Bologna, imperversa la polemica, guidata dal Pdl bolognese con un testa il consigliere regionale Galeazzo Bignami secondo il quale il Pride rappresentrebbe uno spreco di risorse e di fondi.

“Siamo consapevoli che la comunità omosessuale sia uno dei principali sponsor, una lobby che sostiene Merola con grande determinazione e convinzione e che ora debba pagare il conto – ha dichiarato il consigliere dai microfoni di Radio Tau -. A noi preme però che lo paghi con soldi ed energie proprie, non con energie e, peggio ancora, coi soldi che dovrebbe destinare alla città". Secondo il Resto del Carlino, il riferimento sarebbe ai "generosissimi contributi all’Arcigay della Salara e a centri gay lesbian come Atlantide a porta Santo Stefano".

Secondo Bignami, poi, la scelta di sobrietà sarebbe "una contraddizione in termini" perché si "antepongono gli interessi di una minoranza privilegiata ad una popolazione offesa verso la quale dovrebbero andare tutti gli sforzi".

Il coordinamento di Forza Nuova dell’Emilia-Romagna, dal canto suo, annuncia un sit-in in Piazza Maggiore alle 10.45 contro quello che hanno definito "uno spreco di danaro pubblico oltre che un attacco deliberato al sacro istituto della famiglia".

Ma la macchina organizzativa non si ferma e a poche ore dalla partenza della parata per la quale sono attese migliaia id persone da tutta Italia, tutto è pronto per la giornata conclusiva. Ci sarà anche un mercatino con i prodotti delle zone dell’Emilia colpite dal sisma, in piazza Nettuno, a partire dalle ore 14, nel quale si potrà acquistare il pane ferrarese, l’aceto balsamico e il parmigiano reggiano. E come annunciato giorni fa dagli organizzatori, non ci saranno i carri né amplificazioni: la musica sarà affidata alle bande cittadine tra cui la famosa Banda Roncati che compie vent’anni, mentre anche durante il corteo saranno raccolti fondi per le popolazioni vittime del terrremoto nell’ambito delle iniziative denominate "Bologna Pride per l’Emilia".

Sul palco allestito in Piazza Maggiore, dove si concluderà il corteo, si esibiranno anche Viola Valentino, Jessica di Xfactor, Mario Venuti, Silvia Mezzanotte, Antonella Lo Coco e L’Aura. A sostegno delle rivendicazioni della comunità lgbt, inoltre, sfileranno in corteo numerose originali bande musicali anche da altre città, a partire dalla P-Funking di Perugia, la marching band che miscela jazz, funk e soul e che ha aperto il concerto del Primo maggio un mese fa a Roma. Con loro gli Ottoni a scoppio, i Fiati sprecati, la Titubanda e la Belinfante Queer Band, nata e cresciuta tra le mura del Cassero. Confermati l’orario del concentramento, previsto per le ore 14,30, e della partenza, in programma alle ore 15,30 da Porta Saragozza, così come il percorso che attraverserà il centro cittadino (Frassinago, Sant’Isaia, piazza Malpighi, Marconi, dei Mille, Indipendenza e Rizzoli).

In occasione del Pride, Bolgona ospiterà Ivan Zamudio, papà di Daniel, il 24enne gay cileno torturato e ucciso lo scorso marzo a Santiago da un gruppo di neo-nazisti. Anche lui interverrà dal palco di Piazza Maggiore dal quale, dopo il saluo del sindaco di Bologna Virginio Merola, parleranno anche i portavoce italiani e internazionali del movimento lgbt. Immancabile, come ogni anno, il party conclusivo che si svolgerà al Parco Nord di via Stalingrado 83. Anche in questo caso, parte dei proventi andrà alle zone terremotate. Le cifre della festa conclusiva dell’ultimo Pride nazionale che si è svolto a Bologna, quello del 2008, dicono che si tratta del più grande evento di fund-raising della regione.

Una maratona notturna di musica e intrattenimento con decine di dj e artisti in grado di richiamare migliaia di persone. Tra gli altri saranno presenti Immanuel Casto, Hard Ton, Ellen Allien, Janina Stars, Minerva Lowenthal e Eleonora Magnifico. Per tutta la notte sarà garantito un servizio taxi multiplo con parcheggio direttamente al Parco Nord, mentre il costo del biglietto d’ingresso è pari a 15 euro.

Leggi   India, in centinaia al pride dove l'omosessualità è ancora illegale

Gay.it seguirà il corteo con una diretta Twitter a partire dalle 14.30, il cui hashtag ufficiale è #BOPride, e con la diretta in streaming audio in collaborazione con Radio Deegay.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...