TUTTO SUL WORLD GAY PRIDE

di

Il programma definitivo tra concerti, conferenze, feste, teatro e sfilate: una settimana romana piena di eventi per celebrare l'orgoglio gay, invocare la laicità dello Stato, e combattere contro...

856 0

Dopo settimane passate a chiederci se il World Pride si sarebbe svolto regolarmente o meno, se alla fine l’avremmo spuntata noi in barba ai tanti che si oppongono alla settimana dell’ “orgoglio/fierezza ” gay, finalmente un punto fermo.

Mercoledì 21 giugno presso il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli ha avuto luogo, in una sala gremita di giornalisti di tutte le maggiori testate italiane, la conferenza stampa per la presentazione del programma definitivo della manifestazione. Un programma che prevede conferenze, concerti , feste, sfilate di moda, spettacoli teatrali e tutta una serie di manifestazioni che faranno della settimana che va dal 1 al 9 luglio un appuntamento da non perdere assolutamente. Un appuntamento importante per invocare la laicità dello Stato, per rivendicare la cessazione di ogni tipo di discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere, per il rispetto e l’eguaglianza dei diritti, per un nuovo millennio di civiltà e libertà. Ma procediamo con ordine.

La settimana di eventi ha inizio ufficialmente Sabato 1 luglio con una cerimonia di apertura alle 21.00 presso i Giardini della Filarmonica in Via Flaminia 118. Imma Battaglia presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli taglierà la fascia rainbow posta all’ingresso dei bellissimi giardini in cui si svolge da qualche anno la fortunata rassegna estiva “ I solisti del Teatro ”. Seguirà un concerto di musica classica presentato dal gruppo Arcadia di Roma. Composizioni di musica sacra della scuola romana e veneziana interpretate dal famoso sopranista Simone Bartolini ed eseguite da due eminenti musicisti: il prof. Gino Nappo, al cembalo e all’organo e il prof. Humberto Orellana alla viola da gamba .

Sempre alle 21.00 di Sabato presso lo Stadio dei Marmi (Foro Italico) è prevista una festa del fitness in collaborazione con il Big Gym, la più grande manifestazione sportiva che ogni anno si tiene durante gli eventi dell’estate romana. L’evento prevede show e competizioni dei migliori istruttori nazionali ed internazionali. Tra i partecipanti spiccano i nomi di : Simonetta Lo Bianco, la più famosa coreografa di funk in Italia; Cristina Urbisaglia, campionessa italiana di aerobica 1997; Rosita Casolanetti, pluridecorata campionessa di funk hip-pop a livello internazionale.

Ci saranno inoltre esibizioni delle 2 volte campionesse di step 1999/2000 del torneo fitness gay e dei migliori body builder d’Italia. Un momento di sport che accomunerà tutti, gay e non, sotto l’ombra della rainbow.

Per tutta la durata del World Pride verrà allestito il “Pride Park”. Il Circo Massimo si trasformerà nel “ Parco dell’Orgoglio”. Una sorta di villaggio, dislocato in una fra le zone più celebri di Roma per il suo valore storico e archeologico. Una struttura atta ad accogliere stranieri, visitatori, attivisti, curiosi e tutti coloro che parteciperanno alla settimana del Pride. Più di 50 stand ospiteranno gli sponsor, il mondo associazionistico gay e non solo, gli spazi multimediali oltre alla ristorazione ed i servizi. Un’area sarà destinata ad eventi culturali quali convegni e dibattiti.

Ed è all’interno del Pride Park che Domenica 2 luglio alle 18.30, si svolgerà uno dei convegni più significativi dell’intero evento World Pride: la Conferenza Mondiale sui Diritti Umani realizzata in collaborazione con Amnesty International contro la pena di morte per gli omosessuali nel mondo e sulla misura in cui le legislazioni proteggono e tutelano i nostri diritti nei vari paesi.

L’elenco dei partecipanti include Surina Khan, direttore esecutivo della International Gay and Lesbian Human Rights Commission di San Fransisco; Claudia Roth, presidente della commissione parlamentare tedesca per i diritti umani; Kursad Kahramanoglu da Londra e Phumi Mtetwa dal Sud Africa. Personalità politiche quali Katia Bellillo, Ministro delle Pari Opportunità, il senatore Luigi Manconi , l’Europarlamentare Gianni Vattimo.

In una sede ancora da definire è prevista, sempre per domenica, la proiezione del documentario “Are you greedy ? ” sulla sessualità lesbica. Il video realizzato da Cristina Vuolo e Federica Tuzi, attraverso interviste a donne di diversi paesi, tenta di restituire alla sessualità tra donne quella valenza politica che, nonostante le rivendicazioni femministe degli anni settanta, è andata via via perdendo di visibilità.

Altro appuntamento per i cinefili, alle 22.30 presso il cinema Quattro Fontane- in via Quattro Fontane, per la proiezione del Film BeefCake di Thom Fitzgerald. L’incasso della proiezione sarà interamente devoluto al Circolo Mario Mieli a sostegno del World Pride.

A conclusione della giornata, Muccassassina Party presso la discoteca Qube in Via di Portonaccio,.212.

Lunedì mattina prende l’avvio la Conferenza su Omosessualità e Religione. Dalle 9.00 alle 18.00 presso l’Hotel Cicerone in via Cicerone 55c gay cristiani, lesbiche buddiste, transgender cattolici si incontreranno per un dibattito che si preannuncia vigoroso ed infuocato. Organizzata dalle due maggiori associazioni impegnate nella battaglia dei diritti per le persone Omosessuali – ILGA e International Gay and Lesbian Human Rights Commission di San Francisco – la conferenza ha come obiettivo principale l’apertura di un dialogo tra attivisti ed esperti del settore delle religioni e dei diritti umani della comunità GLBT ,al fine di discutere in un forum sulle varie strategie per cambiare il modo in cui le religioni stesse continuano a perpetrare la violazione dei diritti contro la comunità GLBT. Tra i partecipanti numerosi attivisti di varie comunità di fede.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...