“Uguali”… Milano c’è!

di

Tre bus completi e pronto un quarto per la trasferta romana di sabato. Forte la rete di collaborazione tra le associazioni, anche delle città vicine. Ecco i dettagli...

822 0

Milano – Grande fermento anche in città per la manifestazione nazionale di sabato a Roma. L’adesione delle associazioni glbt e di quelle amiche e vicine alla causa è stata (vivaddio) pressoché totale. Arcigay e Arcilesbica hanno messo a disposizione di tutti i loro soci e di chiunque voglia partecipare alla manifestazione il viaggio in pullman a costo zero. I bus al momento sono tre, con le adesioni dell’ultimo minuto è molto probabile che si arrivi addirittura a quattro. Alla servizio offerto da Arcigay si sono appoggiate anche altre associazioni presenti in città che hanno aderito alla manifestazione come il Circolo di Cultura Omosessuale "Harvey Milk", Agedo, la  Lila Milano ecc. La segreteria del Cig ci ha confermato che per la prima volta si è creata una vera rete di collaborazione, anche da parte dei gruppi universitari glbt, sia quello della statale, sia il collettivo gay di Scienze politiche. Si appoggiano a Milano anche le città vicine di Bergamo e Brescia, mentre Cremona e Piacenza si sono organizzate da sole, grazie all’Associazione “Ottavo colore”, con un bus al costo di 20 € (Andata e ritorno) per il quale sono rimasti pochissimi posti, quest’ultimo farà tappa anche a Parma (per prenotazioni a quest’ultimo chiamare il numero 347.5703226).

Per quanto riguarda Milano, ecco gli orari: ritrovo il 10 ottobre alle ore 7.00 in Via Cadore, angolo Via Bezzecca, partenza per Roma alle 7.30, arrivo previsto per le ore 15.30. Quanto al ritorno: partenza da Roma a fine manifestazione, ore 22.00 circa sempre del 10 ottobre, arrivo previsto per le ore 6.00 (del mattino ovviamente) dell’11 ottobre. Il viaggio è gratuito ma chi prenoterà dovrà versare una cauzione di 5,00 € che gli verrà restituita il giorno della partenza o nei giorni successivi in orario di segreteria. Per adesioni dell’ultimo minuto è possibile telefonare alla segreteria del CIG al numero 0254122225/6 oppure scrivere una mail (segreteria@arcigaymilano.org).

E se, oltre all’adesione e il supporto di organizzazioni nazionali e sindacati, stavolta si farà notare la presenza istituzionale dei gonfaloni dei Comuni di città come Bologna, Firenze, Pisa e Livorno, quanto dovremmo ancora aspettare affinché anche il Comune di Milano che ospita la comunità gay più grande d’Italia dia un segno così forte?

Leggi   Natalia Aspesi: "Il Gay Pride non è una 'carnevalata', chi lo critica disprezza gli omosessuali"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...