UN MONDO RAINBOW

di

Militari, maestri, politici, matrimoni: nuove leggi e buone notizie per la comunità gay da Norvegia, Germania, Scozia, Inghilterra, Canada, USA e Messico.

682 0

Il nuovo millennio sembra aver risvegliato la coscienza civile in buona parte del mondo. Grandi novità in Canada: per San Valentino Sven Robinson, membro del nuovo partito democratico canadese e gay dichiarato, ha presentato una proposta di legge per legalizzare il matrimonio omosessuale.

Questa proposta ha l’appoggio di quasi tutti i partiti politici del paese, eccetto l’estrema destra della Canadian Alliance. Robinson ha detto che San Valentino era il giorno adatto per farlo, per ricordare al parlamento che le relazioni tra gay e lesbiche sono forti, sentimentali e degne di rispetto come quelle degli eterosessuali.

Attualmente non esistono leggi in Canada che proibiscano il matrimonio per lo stesso sesso ma un decreto del 1866 della corte inglese sancisce il matrimonio come ‘l’unione di un uomo e una donna ad esclusione di tutti gli altri’. Robinson ha ribadito che una legge del 19° secolo non può essere lo standard del Canada moderno; la legislazione federale ha permesso che le coppie gay e lesbiche ricevessero tutti i diritti matrimoniali e i diritti delle coppie eterosessuali, rimane solo l’ostacolo al matrimonio legale. In attesa della ‘liberazione matrimoniale’,

il 18 febbraio i maestri elementari omosex di Toronto hanno vinto la loro battaglia e acquisito i diritti che spettano agli sposi dei maestri eterosessuali: copertura medica e dentistica. Una notizia del primo marzo ci porta in Scozia, dove la polizia è ansiosa di accogliere tra le proprie fila agenti gay e lesbiche. Il sergente Tom McInally ha detto che la polizia scozzese deve rappresentare tutta la società e attualmente sembra riflettere solo la parte formata dai bianchi eterosessuali. La campagna di reclutamento includerà spot via radio, poster sugli autobus e cartelloni. Questa bella notizia arriva dopo l’addestramento di una divisione di poliziotti di Edimburgo atta ad assistere le vittime di crimini contro i gay e combattere questo odioso problema.

Ed è di pochi giorni fa la notizia che Dennis Gold, candidato del partito dei Tories e il suo compagno potrebbero essere la prima coppia sposata con una cerimonia civile a Londra! Il sindaco Ken Livingstone è intenzionato a celebrare personalmente questa cerimonia. Nel frattempo sempre nel Regno Unito sta cadendo un altro tabù: niente più divieti per ragazze e ragazzi omosex tra i militari. Rob Nunn, gay dichiarato, è un marinaio che presta servizio in un sottomarino in Cornovaglia e i suoi compagni, malgrado un certo timore iniziale, lo considerano uno di loro a tutti gli effetti. I vertici inglesi sono sconvolti, in quanto auspicavano conflitti e contrasti portati dagli ufficiali gay che non sembrano aver avuto assolutamente luogo.

Il ministero della difesa inglese è stato costretto ad ammettere che non sono stati riportati comportamenti omofobici tra il personale militare. "A livello personale è andata benissimo!" ha confermato il tenente comandante Michael Griffiths, gay trentasettenne della Royal Navy.

"La mia presenza non ha causato alcun problema alle persone con cui vivo." Claire Clarke, un tecnico elettronico donna dell’areonautica, eterosessuale, ha detto che la presenza di Andy Dunn, gay, nella loro unità non è stato un problema. "La gente pensava di dover stare attenta con le barzellette. Per la prima settimana le persone si autocensuravano quando Andy era nei dintorni, ma alla fine tutti si sono accorti che lo humour non faceva male a nessuno. Anche io gli dico spesso che sono molto più mascolina di lui, ed Andy partecipa attivamente ai nostri scherzi. Via libera anche dalla rigida Germania: l’ufficiale di più alto rango dell’esercito tedesco ha istituito nuove regole che includano a tutti gli effetti gli omosessuali nei ranghi, uomini o donne che siano. In un documento di sei pagine ha illustrato le regole di comportamento da tenere, prendendo in considerazione anche le molestie sessuali e gli insulti verbali.

La prima regola è che il militare sia giudicato in base alle sue qualità e non ai suoi gusti sessuali. Le parole chiave sono tolleranza e mutuo rispetto.

Leggi   Il coming out di questa mamma con la figlia di 5 anni cancella ogni pregiudizio

Il commento di Volker Beck, membro gay del parlamento tedesco: "Una magnifica svolta da parte del Ministero della Difesa: questo è un esercito democratico di cui essere fieri." I paesi nordici stanno aprendo svariate possibilità alle coppie gay: il 17 febbraio la Chiesa di Norvegia ha approvato l’adozione da parte di coppie omo. Malgrado il commento sulla coppia "ideale" formata da mamma e papà, la Chiesa (quella norvegese, of course) ha ammesso che è comunque una sistemazione ideale per bambini soli e abbandonati, all’interno di famiglie in grado di fornire amore, protezione e sicurezza. Il Governo norvegese sta lavorando a leggi che permettano a coppie che hanno già adottato un bambino di poter fare ulteriori domande di adozione.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...