Un nuovo test dell’HIV dà risultati visibili a occhio nudo

di

Frutto di studi condotti in Inghilterra, il nuovo test si basa sull'oro, ma elimina la necessità di macchinari per i risultati. Individua anche cariche molto basse e i...

1490 0

Un nuovo, rivoluzionario test dell’HIV, frutto degli studi condotti presso l’Imperial London College si basa sull’oro e le nanotecnologie, aggirando così i costi di sofisticati macchinari e aprendo, quindi le porte a un maggior numero di diagnosi anche nei paesi più svantaggiati.
Ma c’è di più. Il nuovo test, il cui risultato è visibile a occhio nudo, è anche in grado di identificare cariche virali molto basse, cosa che i test utilizzati fino ad ora non sarebbero in grado di fare.
Inoltre, lo stesso test può essere utilizzato per rilevare i marker tumorali di alcuni specifici tipi di cancro.
Il sistema si basa sulla capacità del perossido di ossigeno di reagire con gli ioni di oro dissolti nella soluzione. Questi ioni, a loro volta, formano delle nanoparticelle metalliche che possono assumere forma diversa in relazione alla quantità di perossido presente.

Le nanoparticelle che assumono forma irregolare, reagendo con la luce, daranno una colorazione blu che indica la presenza del virus, mentre quelle rotonde genereranno una colorazione rossa che, invece, segnala che la persona che si è sottoposta al test non ha contratto il virus.
Spiegano i ricercatori che hanno realizzato gli studi che l’innovazione rispetto agli attuali test cosiddetti ELISA (enzyme-linked immunosorbent assay) o l’Hiv DNA PCR, attualmente considerato il più attendibile, è il costo ridotto dato dal fatto che il risultato non va elaborato da costose apparecchiature, ma è visibile ad occhio nudo.

Leggi   HIV: presto si terrà sotto controllo con un'iniezione al mese
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...