Un poema sulle persecuzioni naziste dei gay

di

Sulla rivista Il Settimanale, "Omocaust", il componimento poetico di Piero Montana, consulente del Sindaco per la realtà omosessuale bagherese.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BAGHERIA (Pa) – L’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato alle Pari Opportunità della Città di Bagheria pubblicheranno, sul numero del prossimo 28 febbraio della rivista Il Settimanale, “Omocaust”, il componimento poetico che Piero Montana, consulente del Sindaco per la realtà omosessuale bagherese, ha composto in memoria degli omosessuali vittime del nazismo.
“Con questa pubblicazione – sostiene Montana – Bagheria compie un altro passo avanti in direzione della conquista dei diritti civili degli omosessuali. Dopo l’istituzione di un consulente del Sindaco per la realtà omosessuale della Città e quella di un Registro delle unioni civili, era infatti doveroso rivolgere l’attenzione ad una delle pagine più buie della storia, quella della persecuzione nazifascista degli omosessuali, giacché combattere oggi il pregiudizio antigay, significa anche indagare sul terreno culturale dove esso più ha attecchito e si è espresso con ferocia inaudita.”
Si ricorda qui che Piero Montana con Breve rosario di Sodoma, una raccolta di liriche autobiografiche, ha vinto il premio Triangolo rosa – Pier Paolo Pasolini– nel 1976 nel concorso indetto da Ompo’s a Roma e che nel tempo ha pubblicato “clandestinamente” per il solo pubblico di addetti ai lavori diversi poemetti omoerotici, quali L’angelo della sera e L’angelo perverso, quest’ultimo con prefazione di Massimo Consoli, uno dei fondatori del movimento gay italiano.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...